#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 3 novembre MATTINA

carabinieri
3 nov 2016 - 13:45

SIRACUSA - Carabinieri ecco i fatti più importanti della giornata:

  • Due kalashnikov perfettamente efficienti e con matricola abrasa, oltre ad 1 chilo di miscela pirotecnica e relative micce, 2,5 chili di marijuana nonché materiale per la coltivazione e l’essiccamento della citata sostanza sono stati trovati e sequestrati dai carabinieri di Lentini all’interno di un garage di quel centro. I militari sono intervenuti durante un normale controllo stimolato da numerose segnalazioni di cittadini che avevano notato un sospetto “via vai” nella zona. È stato necessario fare intervenire gli artificieri del Comando Provinciale carabinieri di Catania al fine di recuperare in sicurezza i manufatti esplosivi che, anche a detta di quel personale, sono altamente pericolosi in quanto sensibili ad eventi esterni ed al potenziale offensivo elevatissimo tale da poter causare il decesso di una persona se esplosi nelle immediate vicinanze. Sono in corso indagini al fine di verificare se il materiale fosse nella disponibilità della criminalità organizzata locale o della limitrofa Catania.foto-rinvenimento
  • Nella notte appena trascorsa, a seguito di segnalazione fatta sul numero di emergenza 112, i Carabinieri della Stazione di Villasmundo sono intervenuti lungo la S.P. 3 Villasmundo – Augusta dove è stato perpetrato un furto all’interno del distributore IP. Giunti sul posto, i militari hanno constatato che ignoti, dopo aver forzato la porta di ingresso sono entrati dentro alla tabaccheria portato una “slot machine” da gioco e tabacchi per un valore di circa 10 mila euro. I Carabinieri hanno effettuato un accurato sopralluogo raccogliendo tutti gli elementi utili alle indagini che sono immediatamente partite dalla visione delle immagini del sistema di videosorveglianza installata nell’area esterna all’impianto.
  • Proseguono i servizi dei carabinieri della Compagnia di Noto finalizzati alla prevenzione e repressione del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso della giornata di ieri mercoledì 2 novembre i carabinieri hanno attenzionato il territorio del comune di Portopalo di Capo Passero: raccogliendo e sviluppando le segnalazioni di diversi residenti che hanno riferito di insoliti via vai di persone in determinate zone della cittadina, i Carabinieri hanno organizzato un mirato servizio impiegando, in sinergia tra di loro, militari in uniforme e personale in abiti civili, ponendo in essere una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca di sostanze stupefacenti. In particolare, nel corso del pomeriggio, i Carabinieri della Stazione di Portopalo di Capo Passero hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti Fiamma Petralito, 25 anni, già nota alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. Nello specifico, nella camera da letto, nascosti in un borsone riposto sotto il letto, i Carabinieri hanno rinvenuto tre grossi involucri in plastica, oculatamente sigillati con nastro adesivo al fine di ridurre al minimo il propagarsi dell’odore, contenenti complessivamente 1,5 kg di marjuana. All’interno dell’armadio, opportunamente occultato tra gli indumenti, veniva rinvenuto un sacchetto in plastica contenente stupefacente del tipo cocaina per un peso complessivo di grammi 70. Inoltre, all’interno del bagno dell’abitazione, occultato all’interno di un contenitore per spazzole, veniva rinvenuto un involucro in cellophane contenente circa 50 grammi di sostanza in povere di colore bianco utilizzata per “tagliare” la cocaina prima di confezionarla in dosi. Nel prosieguo dell’operazione i carabinieri hanno anche rinvenuto un bilancino elettronico di precisione, un misurino per contenere lo stupefacente nonché tutto il materiale occorrente per confezionare le singole dosi. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. Condotta in caserma, Fiamma Petralito è stata dichiarata in arresto. Al termine delle formalità di rito, l’arrestata è stato rinchiusa in casa propria al regime degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa. I carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente mirati servizi preventivi e repressivi.
petralito-fiamma-cl-91

Fiamma Petralito

  • Nel tardo pomeriggio di ieri 2 novembre i carabinieri della Stazione di Canicattini Bagni sono intervenuti in località “Macello” dove un uomo di 34 anni, impegnato con un amico in una battuta di caccia in una zona impervia sul fianco di una collina, dopo essere inavvertitamente scivolato sul terreno umido ed impervio, si era fratturato una caviglia. Considerato il punto in cui è avvenuto l’incidente nonché la stazza robusta dell’uomo, il personale del 118 ha chiesto l’intervento dei carabinieri per prestare aiuto al ferito e poterlo condurre sulla strada ove, nel frattempo, erano giunte due ambulanze con il relativo personale sanitario. I carabinieri giunti sul posto hanno garantito la viabilità e prestato aiuto ai sanitari permettendo alla situazione di risolversi al meglio.

img_2728

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA