#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 28 novembre POMERIGGIO

carabinieri11-670x502
28 nov 2016 - 18:57

SIRACUSA - Carabinieri: ecco le operazioni più importanti del pomeriggio.

  • I Carabinieri di Noto sono intervenuti nei locali del pronto soccorso dell’ospedale “G. Di Maria” di Avola dove era stato trasportato un giovane cittadino tunisino con una profonda lacerazione al fianco sinistro, compatibile con una ferita da arma da taglio. I militari, per il tramite di un interprete, hanno acquisito le prime informazioni dal giovane il quale ha raccontato di essersi ferito in maniera accidentale all’interno della villa comunale di Rosolini. Il giovane è stato ricoverato per ulteriori accertamenti e verrà sottoposto ad operazione chirurgica per ricucire la ferita. I Carabinieri seguiranno la vicenda ponendo in essere tutte le attività info-investigative del caso al fine di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.
  • Nell’ambito delle attività condotte a seguito degli sbarchi di extracomunitari all’interno del locale porto commerciale, coordinate dalla Procura di Siracusa, i militari di Augusta hanno eseguito ulteriori accertamenti in banca dati, effettuati sui 771 migranti sbarcati il 24 novembre 2016 dall’unità navale “C.P. U. DICIOTTI” e hanno tratto in arresto il 37enne Younes Elmasaoub ed il 30enne Yassir Hamdi, entrambi cittadini marocchini poiché, già gravati da provvedimento di espulsione rispettivamente emessi dal Magistrato di Sorveglianza di Milano nel mese di giugno 2014 e dal Prefetto di Modena nel mese di maggio 2015, rientravano illegalmente in Italia in occasione del predetto sbarco. Gli arrestati sono stati associati alla casa Circondariale di Siracusa. 
  • Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai Carabinieri di Noto, finalizzati alla prevenzione dei reati con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada nonché al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti ed alcolici tra i più giovani. Particolare attenzione è stata riservata ai luoghi di aggregazione di massa, con pattuglie a piedi nei centri storici dei paesi nonché posti di controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie del territorio: nel complesso, sono state impiegate sulle diverse fasce orarie 35 pattuglie e 70 Carabinieri delle varie stazioni del territorio e del Nucleo Operativo e Radiomobile al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la popolazione e garantire una risposta rapida e concreta alle varie esigenze rappresentate dalla cittadinanza. In sintesi, sono stati 152 i mezzi e 209 le persone controllate, verificato il rispetto degli obblighi a cui sono attualmente sottoposti 26 soggetti su tutto il territorio di competenza, 5 denunce in stato di libertà, 3 persone segnalate alla Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti e 18 sanzioni amministrative elevate per infrazioni varie al codice della strada. Particolarmente incisivi sono stati i controlli alla circolazione stradale nel corso dei quali 3 persone sono state colte alla guida dei rispettivi veicoli sprovvisti di patente di guida perché mai conseguita e/o revocata: per due di loro, alla luce della recente modifica normativa di settore, è scattata una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ed il fermo amministrativo del mezzo. Un terzo soggetto, C. A. di 41 anni, che nell’ultimo biennio è già stato sanzionato amministrativamente per la medesima infrazione al C.D.S., è stato denunciato a piede libero. Sono state altresì contestate 16 sanzioni amministrative per violazione di norme del codice della strada tra cui: in particolare, una per guida senza casco con relativo fermo amministrativo dei ciclomotori per 60 giorni, sei per circolazione con veicolo sprovvisto di copertura assicurativa obbligatoria, con relativo sequestro amministrativo del mezzo, cinque per circolazione senza documenti di guida al seguito, due per mancata precedenza ed una per mancato uso delle cinture di sicurezza. Ecco, poi, quanto riscontrato a Pachino e ad Avola:
  • A Pachino, i militari dell’Aliquota Radiomobile del N.O.R.M. hanno segnalato all’A.G. per il reato di porto di armi od oggetti atti ad offendere B. R. classe 1965: l’uomo, controllato nei pressi di un bar mentre, in stato di evidente alterazione psicofisica da abuso di alcol, disturbava i passanti e gli altri avventori, è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico occultato nella tasca interna del giubbotto.
  • Ad Avola, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente G. G. di 36 anni: l’uomo, controllato alla guida della propria autovettura, nonostante i documenti di guida e di circolazione in regola, è apparso da subito insofferente nei confronti dei militari. Pertanto, i Carabinieri hanno proceduto a perquisizione personale e veicolare rinvenendo, nei pantaloni dell’uomo, un frammento di hashish dal peso di circa 20 grammi.
  • Sempre ad Avola, i Carabinieri hanno denunciato a piede libero per detenzione di sostanze stupefacenti V. C. di 22 anni, già noto per i suoi precedenti specifici: il giovane, a seguito di perquisizione personale, e domiciliare, è stato trovato in possesso di 5 frammenti di hashish dal peso complessivo di 2 grammi circa e 3 dosi di cocaina dal peso complessivo di 1 grammo circa, il tutto occultato all’interno di un contenitore in plastica di un ovetto di cioccolato, oltre ad un bilancino elettronico di precisione.
  • Ancora nella città in provincia di Siracusa, i Carabinieri hanno segnalato all’Autorità Giudiziaria per il medesimo reato S. S. di 18 anni: il giovane, controllato mentre si aggirava con fare sospetto nei pressi di un parco pubblico, è stato trovato in possesso di tre dosi di hashish del peso complessivo di circa 2 grammi.
  • Infine, ancora una volta ad Avola, i Carabinieri hanno segnalato alla Prefettura di Siracusa due giovani del posto, rispettivamente di 24 e 26 anni, in quanto trovati ciascuno in possesso di una modica quantità di hashish. 
  • Torniamo a Pachino, dove i Carabinieri hanno segnalato alla Prefettura di Siracusa un giovane classe 1990 in quanto trovato in possesso di 3 grammi di hashish. Tutto lo stupefacente rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire le analisi di laboratorio del caso. I Carabinieri continueranno ad organizzare analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA