#AntcrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 26 aprile 2017 POMERIGGIO

carabinieri
26 giu 2017 - 19:24

SIRACUSA - Ecco i fatti di cronaca più rilevanti di oggi lunedì 26 giugno 2017, pomeriggio.

  • I Carabinieri della Tenenza di Floridia, nel corso dei vari servizi di controllo del territorio hanno arrestato, in flagranza di reato, per tentato furto aggravato in abitazione, resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e porto di armi e oggetti atti ad offendere Fabio Breci, classe 1988 e Roberto Breci classe 1994, entrambi siracusani con precedenti di polizia..

breri

L’immediato intervento dei militari dell’Arma, attirati da strani movimenti nella zona, ha permesso prima di individuare e poi di bloccare, seppur con una colluttazione senza ferite per i Carabinieri, dopo un breve inseguimento, i Breci mentre tentavano di asportare una fuciliera contenente un fucile regolarmente denunciato ed una carabina ad aria compressa. Queste stesse armi sono state restituite al proprietario al rientro a casa allontanatosi per una giornata al mare.

I Breci, trovati anche in possesso di accetta e “piede di porco”, materiale sequestrato dai Carabinieri, dopo le procedure di rito, stati tradotti come disposto dall’Autorità Giudiziaria agli arresti domiciliari nelle proprie abitazioni.

  • I Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Vasile Memetel, cittadino rumeno classe 1980, da anni stabilmente residente in Italia, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.

Memetel Vasile cl. 1980

Nello specifico, i Carabinieri, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, hanno proceduto ad un controllo di polizia all’autovettura dell’uomo. Ma Memetel, nonostante i documenti di guida e di circolazione fossero in regola, è apparso da subito particolarmente agitato. I militari, insospettiti da tale atteggiamento, hanno pertanto deciso di procedere a perquisizione personale e veicolare che si concludeva con esito positivo: occultate nella calotta posta a copertura dello specchietto retrovisore destro venivano rinvenute 12 dosi di sostanza stupefacente del tipo eroina, dal peso complessivo di circa 5 grammi.

Espletate le formalità di rito, l’uomo è stato dichiarato in arresto e successivamente rimesso in libertà con decreto motivato dell’Autorità Giudiziaria non sussistendo l’esigenza di richiedere l’applicazione di misure cautelari coercitive.

Nel corso del servizio, inoltre, sono state contestate 8 contravvenzioni per infrazioni varie al Codice della strada di cui 2 ad altrettanti soggetti trovati alla guida della propria autovettura con patente non conseguita per i quali, alla luce della recente modifica normativa di settore, è scattata una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ed il fermo amministrativo del mezzo; 3 persone sono state sanzionate poiché sorprese alla guida del proprio veicolo sprovviste di copertura assicurativa obbligatoria: per loro è scattata la relativa sanzione amministrativa che prevede il pagamento di una somma da euro 841 a euro 3.287 con relativo sequestro amministrativo del mezzo; 3 giovani sono stati colti alla guida dei rispettivi ciclomotori senza indossare il casco: per ciascuno di loro scatta una sanzione pecuniaria da 80 a 323 euro, il fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni nonché la decurtazione di 5 punti dalla patente.

I Carabinieri continueranno ad organizzare analoghi servizi su tutto il territorio al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una più concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA