#AntcrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 23 gennaio POMERIGGIO

carabinieri12
23 gen 2017 - 18:14

SIRACUSA - Ecco le operazioni dei Carabinieri del pomeriggio a Siracusa e provincia.

  • I Carabinieri della Stazione di Rosolini hanno tratto in arresto per estorsione Essebbane Anouar, cittadino libico di 22 anni, e Krichi Ayoub, cittadino marocchino di 20 anni, entrambi da anni stabilmente residenti in Italia e già noti alle forze dell’ordine per i loro precedenti di polizia. La vittima ha deciso di non cedere alla richiesta estortiva e di rivolgersi alle forze dell’ordine, denunciando quanto accaduto. Dopo aver subito nei giorni scorso un furto in abitazione, la vittima è stata contattata da Essebbane Anouar e Krichi Ayoub i quali hanno chiesto il pagamento di 70 euro per rientrare in possesso di un televisore e di un pc. I due giovani hanno specificato di non essere gli autori del furto, ma di sapere dove fossero gli oggetti in questione, facendo intendere che il pagamento del denaro richiesto fosse l’unica soluzione possibile. L’uomo si è rivolto ai Carabinieri di Rosolini, i quali hanno organizzato un mirato ed articolato servizio di osservazione per riscontrare quanto denunciato e procedere di conseguenza. Essebbane Anouar e Krichi Ayoub si sono presentati al luogo stabilito ma, mentre stavano per intascare la somma richiesta, sono stati bloccati dai Carabinieri appostati a breve distanza. Condotti in caserma, i due giovani sono stati dichiarati in stato di arresto: il 22 enne libico è stato portato nel carcere di Cavadonna” di Siracusa, mentre il 19 enne marocchino è sottoposto agli arresti domiciliari. 

    Essebbane Anouar, 22 enne, e Krichi Ayoub, 19 enne.

    Essebbane Anouar, 22 enne, e Krichi Ayoub, 19 enne.

  • I Carabinieri della Stazione di Francofonte hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, il cittadino 39 enne rumeno Bratila Gabriel, per il reato di lesioni personali, a seguito di un diverbio scaturito per futili motivi, e che, in evidente stato di ebbrezza alcolica, ha aggredito con un bastone due coniugi, suoi vicini di casa, cagionando loro varie lesioni al volto, fortunatamente senza grosse conseguenze. Ma nella lite è stato coinvolto pure il figlio della coppia aggredita, insieme ad un amico, che si sono precipitati in aiuto e aggredendo a loro volta con calci e pugni il rumeno e la moglie, presente anch’essa durante il diverbio. L’aggressore ha avuto necessità di un piccolo intervento chirurgico, mentre sua moglie è stata dimessa con una prognosi di pochi giorni. L’A.G. di Siracusa, alla luce dei rapporti redatti dai Carabinieri della Stazione di Francofonte, disponeva gli arresti per il rumeno mentre i due giovani Francofontesi venivano, per lo stesso reato, segnalati alla competente Autorità Giudiziaria.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento