#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 21 ottobre MATTINA

succede-siracusa
21 ott 2016 - 13:09

SIRACUSA - Carabinieri: i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Siracusa e provincia.

  • La scorsa notte, i carabinieri hanno arrestato due ladri che si erano introdotti all’interno di un’abitazione di via Lazio a Siracusa. Grazie ad una telefonata di un privato cittadino, che aveva notato i due ladri forzare il balcone al primo piano ed introdursi all’interno dell’appartamento, i militari sono riusciti a intervenire in tempo. In poco tempo è stato fermato uno dei due ladri, Stefano Fortezza, 33 anni (in basso a sinistra), pregiudicato e disoccupato. Dopo un breve inseguimento è stato fermato anche il complice, Fabio Breci (in basso a destra), 28 anni, con precedenti. Quest’ultimo aveva tentato la fuga con la refurtiva.

stefano-fortezza-33-anni fabio-breci-28-anni

  • Nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Augusta (SR), hanno tratto in arresto per il reato di rapina Massimo Catania, 46enne, di Catania, nullafacente, pregiudicato, in esecuzione all’ordinanza della misura cautelare in carcere emessa dal GIP presso il Tribunale di Siracusa. L’attività investigativa avviata dai militari del Nucleo Operativo di Augusta, ha permesso, con l’ausilio dei sistemi di videoripresa installati in alcuni negozi e da una serie di accertamenti di polizia giudiziaria, di giungere all’identificazione dell’uomo il 28 gennaio 2015 aveva rapinato la “Banca Agricola Popolare” di Francofonte (SR) con l’aiuto di un complice, portando via circa 28 mila euro. I due erano riusciti a fuggire a bordo di una Fiat Punto, poi ritrovata. L’uomo è stato rinchiuso nel carcere Cavadonna di Siracusa, mentre si cerca ancora di capire chi fosse il complice.
massimo-catania-46-anni

Massimo Catania, 46 anni

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA