#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 18 novembre POMERIGGIO

carabinieri3
18 nov 2016 - 17:25

SIRACUSA - Ecco i fatti di cronaca più importanti di questo pomeriggio a Siracusa e provincia.

  • I carabinieri della Compagnia di Augusta hanno arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali Sebastiano Lo Presti, 47enne, di Francofonte, nullafacente, pregiudicato. A seguito dell’ennesimo episodio di violenza domestica, i militari della stazione di Francofonte su segnalazione pervenuta al numero di emergenza 112, sono intervenuti in via Ugo Foscolo 12 per una violenta lite familiare. Sul posto, i carabinieri hanno trovato la donna in casa, terrorizzata e piuttosto malconcia per le percosse ricevute dal marito. Trasportata d’urgenza all’ospedale di Lentini, veniva riscontrata affetta da “trauma da percosse alla regione scapolare dx”. A seguito dell’attività investigativa, i militari dell’Arma accertavano che i maltrattamenti, fisici e verbali, erano stati ripetuti nel tempo, la relazione tra marito e moglie era parecchio turbolenta ed i maltrattamenti andavano avanti da molto tempo. La donna, incinta, a quanto pare non avrebbe mai sporto denuncia, stavolta però, è finita all’ospedale salvata dall’intervento tempestivo dei carabinieri che ha evitato il peggio consentendo alla donna di mettersi in salvo. L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è trattenuto nella camera di sicurezza.
  • I carabinieri del Comando Stazione di Cassibile, impegnati in un servizio di prevenzione e repressione per i furti ai danni delle aziende agricole, in una proprietà hanno sorpreso 11 extracomunitari che si erano introdotti all’interno di un campo, danneggiando anche un fabbricato. Gli 11 extracomunitari sono stati denunciati per danneggiamento ed invasione di terreni ed allontanati. Da tempo i carabinieri di Cassibile sono impegnati in questo tipo di servizio, anche a tutela dei cittadini extracomunitari che spesso vivono in condizioni precarie, in baracche di fortuna ed in pessime condizioni igienico sanitarie.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA