#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 17 gennaio MATTINA

carabinieri12
17 gen 2017 - 13:33

SIRACUSA - Carabinieri. I fatti di cronaca più importanti di Siracusa e provincia:

  • Nel tardo pomeriggio della giornata di ieri i carabinieri della tenenza di Floridia hanno arrestato Francesco Rossitto, 47 anni, per violenza e minaccia a pubblico ufficiale. I carabinieri di Floridia, durante mirata attività di controllo del territorio, sono intervenuti su specifica richiesta dei genitori dell’uomo: quest’ultimo da diverso tempo era dipendente da alcool e responsabile di atteggiamenti ostili verso tutto il nucleo familiare con il quale conviveva da tempo. Di fronte all’ennesimo tentativo di aggressione nei confronti dei propri genitori, quest’ultimi non hanno esitato a contattare i carabinieri che prontamente sono riusciti a intervenire e, seppur con qualche resistenza da parte dell’uomo, ancora sotto gli effetti dell’alcool, a bloccarlo e tranquillizzarlo. Accompagnato in caserma per le incombenze di rito, come disposto dall’autorità giudiziaria di Siracusa, Rossitto è stato trattenuto agli arresti.
Francesco Rossitto, 47 anni

Francesco Rossitto, 47 anni

  • La scorsa notte, i militari dell’aliquota radiomobile della compagnia carabinieri di Augusta hanno arrestato il pregiudicato Miscel Carbonaro, 23 anni, con vari precedenti penali per reati contro il patrimonio: l’accusa nei suoi confronti è di tentato furto aggravato. Poco prima della mezzanotte di ieri, i militari hanno sorpreso il giovane in via Giovanni Lavaggi di Augusta mentre armeggiava intorno ad una Fiat Punto nel tentativo di rubarla. Alla vista della gazzella, l’uomo, si è dato alla fuga, prontamente inseguito dai carabinieri che o hanno catturato. L’auto oggetto del tentativo di furto, di cui era stato forzato il vetro del finestrino lato guida, è stata riconsegnata alla vittima, mentre il giovane stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza del giudizio per direttissima.
Miscel Carbonaro, 23 anni

Miscel Carbonaro, 23 anni

  • I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Noto hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente Santo Armenia, 26 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia.
    I carabinieri, nel corso di un posto di controllo alla circolazione stradale, hanno intimato l’alt ad una autovettura con a bordo Armenia in qualità di passeggero, procedendo ad un normale controllo di polizia. Durante il controllo, nonostante i documenti di guida e circolazione fossero in regola, il giovane è apparso stranamente agitato ed insofferente nei confronti dei militari i quali, insospettiti da tale atteggiamento, hanno perquisito il giovane e l’auto: occultato nella tasca del giubbotto i militari hanno scoperto una dose di eroina in pietra, dal peso di circa 6 grammi. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito si rintracciare un bilancino elettronico di precisione e tutto il materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente.Condotto in caserma, il ragazzo è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, rimesso in libertà come disposto dall’autorità giudiziaria.
Santo Armenia, 26 anni

Santo Armenia, 26 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento