#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 15 marzo POMERIGGIO

carabinieri10
15 mar 2017 - 18:38

SIRACUSA - Carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti di questo pomeriggio a Siracusa e provincia.

  • Il personale della Banca d’Italia ha tenuto un seminario informativo al comando provinciale dei carabinieri, volto ad illustrare le caratteristiche di sicurezza della nuova banconota da 50 euro, di prossima immissione in circolazione, e l’evoluzione delle tecniche di falso nummario e delle conseguenti metodologie di contrasto. All’attività di formazione, fortemente voluta dal comandante provinciale, Luigi Grasso, sono intervenuti come relatori la dott.ssa Giulia Giampiccolo, titolare dell’ufficio di gestione servizi di pagamento della filiale di Ragusa e il dott. Luca Castello e Marcello Maria Chilà, addetti alla divisione gestione servizi di pagamento della filiale di Catania, che hanno illustrato agli oltre 40 militari presenti tutti i nuovi elementi di sicurezza inseriti nella nuova banconota che sarà introdotta a decorrere dal 4 aprile, quarto taglio della serie “Europa” dopo l’immissione negli scorsi anni della nuova banconota da 5, 10 e 20 Euro. L’occasione formativa è stata propizia anche per affrontare la problematica del falso nummario, fenomeno che viene contrastato con l’impegno giornaliero dei militari dell’Arma che agiscono sul territorio e con il lavoro del comando carabinieri antifalsificazione monetaria, reparto speciale istituito per garantire la qualificata presenza dell’Arma a livello nazionale ed internazionale nel delicato settore.

????

  • Durante uno specifico servizio di controllo del territorio della città di Siracusa, i carabinieri di Siracusa hanno arrestato, nella flagranza del reato di furto aggravato, Michael Perez, siracusano, 20 anni, per altro già noto alle forze di polizia. Perez, dopo aver violato la specifica recinzione, è stato sorpreso mentre asportava, dall’interno di un’azienda agricola di Contrada Ponte DI Pietra 300 chilogrammi di arance accantonate in sacchi di juta e successivamente pronte per essere asportate. Il ragazzo è stato notato e bloccato dai militari, impegnati nel pattugliamento. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita all’avente diritto. Al termine delle formalità di rito, Perez è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione.

perez micheal

 

  • I carabinieri della compagnia di Augusta, nel corso di uno specifico servizio, hanno tratto in arresto, per spaccio di stupefacenti Antonino Milone, 34enne, di Lentini, nullafacente e pregiudicato. In particolare, la pattuglia di Carlentini, nel corso di un servizio perlustrativo lungo la S.S. 194, in località “Sabuci”, ha fermato e controllato una Hyunday, diretta verso Carlentini con a bordo tre giovani. Durante il controllo, i carabinieri hanno trovato all’interno della tasca dei pantaloni di Milone complessivamente 5 grammi di cocaina, suddivisa in dosi, nonché 920,00 euro in banconote di vario taglio, quale provento dell’attività di spaccio, tutto posto sotto sequestro, mentre l’ispezione effettuata agli altri due giovani ha dato esito negativo. L’arrestato, dopo le procedure di legge, su disposizioni dell’A.G., è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione.

antonino milone

 

  • Proseguono con incisività i servizi di prossimità posti in essere dai carabinieri di Noto finalizzati alla prevenzione dei reati, con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio ed al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti, problematica abbastanza diffusa sul territorio e per la quale permane sempre molto alta l’attenzione dei Carabinieri. I carabinieri si sono concentrati sul comune di Palazzolo Acreide impiegando 8 pattuglie e 16 militari delle varie stazioni al fine di incrementare la percezione di sicurezza e garantire una risposta rapida e concreta alle varie esigenze rappresentate dalla cittadinanza. In particolare, nel corso della mattinata i militari hanno arrestato in flagranza dei reati di ricettazione e detenzione illegale di arma comune da sparo e del relativo munizionamento Rosario Tartaglia, 50 anni, già noto alle forze dell’ordine per i suoi precedenti di polizia. I carabinieri hanno proceduto a perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’interessato, che, sin da subito, si è mostrato particolarmente agitato ed insofferente nei confronti degli operanti. Nel momento in cui i carabinieri sono entrati nella camera da letto dell’uomo, lui ha spontaneamente consegnato una pistola calibro 7,65 con annesso caricatore da 6 colpi ed ulteriori 7 proiettili dello stesso calibro: l’arma e le munizioni erano riposte nel cassetto del comodino dell’uomo, che non ha dato spiegazioni sulla loro provenienza. I successivi accertamenti hanno confermato che l’uomo non era in possesso di porto d’armi. Condotto in caserma, Tartaglia è stato dichiarato in stato di arresto e, al termine delle formalità di rito, associato nella casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I Carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione al territorio, organizzando periodicamente analoghi servizi al fine di incrementare la percezione di sicurezza tra la cittadinanza e porre in essere una concreta azione di contrasto ai vari fenomeni delittuosi.

Tartaglia Rosario cl 67

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA