#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 12 gennaio POMERIGGIO

S
12 gen 2017 - 17:38

SIRACUSA - Ecco le operazioni più importanti condotte dai carabinieri a Siracusa e provincia questo pomeriggio.

  • I Carabinieri del Comando di Solarino sono intervenuti, in contrada Masseria, per l’incendio di un camion a seguito di chiamata da parte di un cittadino. Le fiamme hanno coinvolto anche una macchina parcheggiata vicino al camion ed entrambi i mezzi sono andati distrutti. Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Siracusa. Sono in corso le indagini al fine di individuare la natura dell’incendio e gli autori.

foto incendio Solarino

  • I carabinieri di Augusta, impegnati in un straordinario servizio di controllo del territorio, hanno arrestato, in flagranza di reato,  Giovanni Cutugno di anni 34, di Francofonte, per resistenza a pubblico ufficiale. Nella fattispecie, i carabinieri, durante l’attuazione di Posto di controllo alla circolazione stradale lungo la S.P. nr 194, hanno intimato l’ “Alt” al conducente di un’autovettura che per tutta risposta, anziché fermarsi, ha accelerato improvvisamente cercando di darsi alla fuga. L’automobilista, bloccato dopo un breve inseguimento, è stato trovato sprovvisto della copertura assicurativa R.C., causa che lo aveva indotto a non rispettare l’obbligo impartitogli dai militari. Condotto negli uffici dell’Arma locale per la redazione degli atti amministrativi previsti dalla legge, si è opposto con veemenza ai carabinieri tentando di colpirli con calci e pugni, non riuscendovi grazie alla loro prontezza e reattività. A quel punto per il Cutugno sono scattate le manette ai polsi ed, espletate le formalità di rito, è stato condotto nella propria abitazione agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo.
Giovanni Cutugno  34 anni

Giovanni Cutugno 34 anni

  • I carabinieri di Francofonte hanno arrestato Angelo Menta, 30 anni, di origini ragusane ma da anni residente nel comune di Francofonte, dovendo lo stesso espiare la pena di 3 anni e 2 mesi di reclusione oltre alla pena pecuniaria di euro 1500 per un rapina a mano armata commessa nel luglio del 2014. L’arrestato è stato prelevato dalla propria abitazione dove si trovava agli arresti domiciliari e condotto nella casa circondariale di Augusta.
    Angelo Menta 30 anni

    Angelo Menta 30 anni

  • Un’autovettura a causa delle pessime condizioni del manto stradale ha sbandato improvvisamente andando a tamponare un’autoradio dei carabinieri di Augusta, in regolare sosta operativa. I militari operanti, infatti, insospettiti dalla presenza di un’autovettura in sosta ai margini della strada, stavano procedendo al controllo del conducente. I danni riportati dal mezzo militare sono in corso di quantificazione e, fortunatamente, nessuno è in pericolo di vita. Tutti i coinvolti, infatti, sono stati trasportati immediatamente nel locale Pronto Soccorso riportando solo lievi traumi giudicati guaribili in pochi giorni.
  • Prosegue l’operazione “SICUREZZA” che vede impegnati i carabinieri di Rosolini e Noto in serrati servizi di controllo del territorio. Negli ultimi due giorni sono stati impiegati oltre 30 carabinieri, sia in uniforme che in borghese, i quali hanno effettuato controlli a tappeto su tutta la giurisdizione con finalità preventive e di contrasto alla delittuosità con particolare riguardo ai reati contro il patrimonio, al rispetto delle norme in materia di codice della strada e al fenomeno dell’uso di sostanze stupefacenti tra i più giovani. Il bilancio dei controlli si può riassumere in 2 denunce per altrettanti soggetti: B. C., 40 anni, è stato segnalato per il reato di furto di energia elettrica: nel corso di mirato controllo eseguito unitamente a personale specializzato ENEL nell’abitazione dell’uomo è stata riscontrata la manomissione del contatore dell’energia elettrica finalizzata a ridurre il conteggio dei consumi realizzata applicando un grosso magnete sul retro dell’apparato. Seconda denuncia per I. C. per il reato di furto di limoni: l’uomo è stato sorpreso dai militari subito dopo aver asportato kg. 30 di limoni da un terreno di proprietà privata; 22 contravvenzioni per infrazioni al C.d.S. di cui 2 ad altrettanti soggetti trovati alla guida di autovettura senza aver mai conseguito la patente e per i quali è scattata una sanzione amministrativa pari a cinquemila euro ed il fermo amministrativo del mezzo; 5 persone sono state sanzionate poiché sorprese alla guida del proprio veicolo sprovviste di copertura assicurativa obbligatoria: per loro è scattata la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 841 a euro 3.287 con relativo sequestro amministrativo del mezzo; 4 persone sono state colte alla guida dei propri motocicli/ciclomotori senza indossare il casco: per ciascuno di loro scatta una sanzione pecuniaria da 80 a 323 euro, il fermo amministrativo del mezzo per 60 giorni nonché la decurtazione di 5 punti dalla patente; 3 persone sono state colte alla guida di mezzi già sospesi dalla circolazione stradale; 3 persone sono state colte alla guida della propria auto senza indossare le cinture di sicurezza; 1 persona è stata sanzionata in quanto non si è fermata all’alt intimatogli dai militari operanti; 4 persone sono state multate poiché senza documenti di guida e/o di circolazione al seguito; 3 persone segnalate alla Prefettura come assuntori di sostanze stupefacenti in quanto trovate in possesso di modiche quantità di droghe destinate all’uso personale. Oltre 130 persone controllate ed identificate; oltre 85 mezzi fermati e sottoposti a controllo; 28 posti di controllo effettuati lungo le arterie stradali del comune e nei pressi dei luoghi di maggiore aggregazione di massa; effettuate perquisizioni domiciliari e controllate 14 persone soggette ad obblighi. 

  • A Pachino i carabinieri hanno rintracciato e tratto in arresto Sylvie Betulla, anni 41. La donna, già nota alle forze dell’ordine per i suoi numerosi precedenti, deve scontare la pena detentiva di 3 anni di reclusione per il reato di furto in abitazione aggravato. Era il 22 gennaio del 2003 quando la donna, presentatasi alla porta di una anziana signora di Pachino, si era qualificata come un’impiegata dell’INPS inviata sul posto per fare delle verifiche in materia di pensioni. Approfittando dell’età avanzata della vittima, dopo averne carpito fraudolentemente la fiducia, la donna si impossessava di un libretto di risparmio e della somma contante di euro 1200 prima di darsi alla fuga facendo perdere le proprie tracce. Condotta in caserma, la donna è stata tratta in arresto e, espletate le formalità di rito, associata nella casa circondariale “Piazza Lanza” di Catania.

    Sylvie Betulla 41 anni

    Sylvie Betulla 41 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento