#AnticrimineOggi

Succede a Siracusa e provincia: 1 marzo MATTINA

Arresto ad Avola
1 mar 2017 - 13:45

SIRACUSA - Ecco le operazioni condotte da polizia e carabinieri a Siracusa e provincia:

  • Negli ultimi giorni i carabinieri hanno ulteriormente sottoposto a controllo il territorio del comune di Avola: raccogliendo e sviluppando le segnalazioni di diversi residenti che hanno riferito di insoliti via vai di persone in determinate zone della cittadina, i carabinieri hanno organizzato un mirato servizio impiegando, in sinergia tra di loro, militari in uniforme e personale in abiti civili, avvalendosi anche della preziosa collaborazione delle unità cinofile del nucleo carabinieri cinofili di Nicolosi, effettuando numerosi posti di controllo alla circolazione stradale e ponendo in essere una serie di perquisizioni finalizzate alla ricerca di armi, refurtiva e sostanze stupefacenti.In particolare, nel corso della mattinata di ieri martedì 28 febbraio i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Noto hanno arrestato in flagranza dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, detenzione illegale di munizioni ed armi comune da sparo ed alterazione di armi Antonino Caruso , avolese 50enne con precedenti di polizia, il figlio Caruso Corrado classe 1993, anch’egli già noto alle forze dell’ordine, e la convivente di quest’ultimo Dior Iolanda Valentina, 21enne. Nello specifico, i carabinieri, avendo fondato motivo di ritenere che i predetti occultassero armi e sostanze stupefacenti presso la propria abitazione sita in campagna alla prima periferia di Avola, hanno dato corso ad una perquisizione domiciliare conclusasi con esito positivo. All’interno della cucina, riposto su un pensile, veniva rinvenuto un involucro contenente 12 grammi di cocaina con accanto un bilancino elettronico di precisione con evidenti residui della stessa sostanza. Sempre all’interno dell’abitazione venivano rinvenuti ulteriori due bilancini elettronici di precisione e tutto il materiale occorrente per il confezionamento in dosi dello stupefacente nonché, suddivisa ed opportunamente occultata in vari punti della casa, la somma contante complessiva di oltre 4 mila euro ritenuta provento dell’attività di spaccio posta in essere dagli arrestati. Le operazioni di perquisizione sono state estese anche al terreno circostante l’abitazione ove l’attenzione dei carabinieri è stata attirata da una zona di terra smossa: ed infatti, attentamente occultata in un serbatoio per l’acqua completamente interrato, veniva rinvenuta una busta in plastica con all’interno 4 involucri, scrupolosamente avvolti nel cellophane e sigillati con del nastro adesivo, contenenti oltre 2 chili di marijuana. Successivamente, all’interno di un piccolo capanno adibito a ricovero per conigli, interrato a circa 30 centimetri di profondità, i militari rinvenivano un secchio in plastica, opportunamente sigillato con un coperchio, al cui interno erano state riposte due pistole a salve: entrambe le pistole erano state opportunamente modificate al fine di divenire delle armi a tutti gli effetti, in grado di esplodere munizioni calibro 7,65. Inoltre, entrambe erano perfettamente oleate e ben tenute, avvolte in dei panni di stoffa al fine di preservarle dall’umidità, pronte per essere utilizzate all’occorrenza. Nel medesimo secchio venivano altresì rinvenuti 30 proiettili calibro 9 e 23 proiettili calibro 7,65. Quanto rinvenuto nel corso delle operazioni di perquisizione è stato sottoposto a sequestro in attesa di esperire gli accertamenti tecnici del caso sia sulle armi che sulla sostanza stupefacente. Espletate le formalità di rito, Antonino Caruso e Corrado Caruso  sono stati associati presso la casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa mentre Valentina Dior Iolanda  è stata tradotta presso la propria abitazione al regime degli arresti domiciliare in attesa della celebrazione del rito direttissimo presso il Tribunale di Siracusa. I carabinieri continueranno a prestare la massima attenzione allo specifico settore organizzando periodicamente mirati servizi preventivi e repressivi su tutto il territorio di competenza.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA