#AnticrimineOggi

Succede a Palermo e provincia, 28 giugno MATTINA

polizia_carabinieri_notte
28 giu 2017 - 13:32

PALERMO - Ecco le operazioni condotte da carabinieri e polizia a Palermo e provincia:

  • I carabinieri della stazione di Bagheria hanno arrestato Riccardo Maggiore Di Mauro, 29enne palermitano, per i reati di detenzione abusiva di arma clandestina e di munizionamento da guerra e civile. I militari hanno scovato nella sua abitazione di Bagheria, ben occultate, una pistola Beretta con matricola abrasa, una serie di colpi calibro 9 ed altri calibro 38. Trovati anche diversi cellulari e due berretti modificati simili a passamontagna. Su disposizione dell’autorità giudiziaria, l’uomo è stato trasferito al carcere “Cavallacci” di Termini Imerese, in attesa dell’udienza di convalida. Il giovane, su disposizione autorità procedente, è rimasto in carcere. Sono in corso le indagini per accertare eventuali e ulteriori responsabilità, nonché la provenienza dell’arma da fuoco e dei proiettili;

  • i Carabinieri della Stazione di Ficarazzi hanno arrestato per il reato di furto aggravato di cavi di rame M.G., ficarazzese, 38 anni. L’uomo stava maneggiando alcuni cavi elettrici all’interno di un capannone dell’azienda “Città della Ceramica”. I militari di pattuglia, si sono prontamente recati allo stabilimento, e hanno così colto in flagranza di reato l’uomo che stava rubando alcuni cavi elettrici in rame ponendoli accanto a quelli già trafugati. Il peso complessivo ammonta a  circa 3 kg che, rivenduti al mercato nero, avrebbe potuto fruttare un illecito guadagno di mille euro. Questa mattina il tribunale di Termini Imerese ha convalidato l’arresto;

  • Controllo dei carabinieri in via Cristoforo Colombo all’Addaura a Palermo. Il bilancio è pesante: otto automobilisti denunciati e un giovane arrestato per guida in stato di ebbrezza. Otto persone sono state sorprese alla guida con un tasso alcolemico superiore allo 0,8 microgrammo litro e per tanto denunciate. Altre due sono state segnalate alla prefettura perché il loro tasso alcolemico era compreso tra 0,5 mg/l e lo.

  • Arrestato il 24enne Andrea Lo Vasco; il giovane non appena ha visto la paletta dei carabinieri ha ben pensato di fare inversione di marcia, invadendo la corsia opposta e rischiando di creare seri danni. I militari l’hanno comunque fermato, e il ragazzo è stato arrestato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per guida in stato d’ebrezza. Il giudice ha convalidato l’arresto e lo ha rimesso in libertà;

  • Un’attività commerciale della zona di Casa Professa è stata sanzionata perché dai rilievi fonometrici effettuati dai tecnici dell’A.R.P.A., è emerso il superamento dei limiti di decibel consentiti dalla legge. Per tale ragione i gestori sono stati denunciati per disturbo del riposo e delle occupazioni delle persone ed è stata loro comminata una sanzione amministrativa di 2.000;

  • Analoghi provvedimenti sono stati adottati nei confronti del titolare di un altro esercizio pubblico, alle porte di Palermo, nella borgata di Baida, per il superamento, anche in questo caso dei limiti dei decibel consentiti. All’interno del locale era in corso, infatti, un trattenimento danzante, con circa un centinaio di persone intente a ballare in sala: il titolare è stato, pertanto, denunciato all’autorità giudiziaria anche per la mancanza della prevista licenza di P.S.
    Tutta l’attrezzatura utilizzata per la diffusione della musica all’esterno del locale è stata, inoltre, sequestrata per violazione dell’ordinanza sindacale in tema di diffusione sonora nei locali pubblici.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA