#AnticrimineOggi

Succede a Palermo e provincia: 24 marzo MATTINA

carabinieri
24 mar 2017 - 12:39

PALERMO – Ecco le operazioni condotte dai carabinieri a Palermo e provincia:

  • i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Monreale hanno arrestato M. M., 35enne palermitano già noto alle Forze dell’Ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari dell’Arma, sospettando che l’uomo potesse detenere dello stupefacente all’interno della propria abitazione, hanno effettuato una perquisizione locale trovando in un primo momento 20 stecche di sigarette di contrabbando, prive del bollo del Monopolio di Stato, e pochi minuti dopo, all’interno di un cassetto del comò della stanza da letto, trovando altri due panetti di hashish del peso di 85 grammi circa, un taglierino sporco di droga e materiale per confezionarlo, oltre a 40 euro in banconote e monete. L’Autorità Giudiziaria ha disposto il regime degli arresti domiciliari, in attesa della convalida al G.I.P. che ha disposto il regime degli arresti domiciliari.

IMG_5365

  • I carabinieri scoprono deposito della droga allo Z.E.N. Una pattuglia di motociclisti del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Palermo, impegnata in un servizio di controllo del territorio, transitando in una traversa di via Agesia di Siracusa, ha notato una porta di metallo del sottoscala di una palazzina, parzialmente aperta. Insospettiti i carabinieri sono andati a controllare, scoprendo che su di un ripiano erano poggiate: 30 stecche di hashish del peso complessivo di 70 grammi, 28 dosi di marijuana del peso di 40 grammi, 1 busta contenente marijuana del peso di 25 grammi, 2 involucri contenenti 10 grammi di cocaina, materiale per il confezionamento ed il taglio delle dosi ed 1 bilancino di precisione. Tutta la sostanza stupefacente è stata sequestrata e inviata al Laboratorio Analisi Scientifiche del Comando Provinciale di Palermo per le analisi qualitative e quantitative.

IMG_6423  thumbnail__DSC2299

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA