#AntcrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 9 giugno MATTINA

mattinale9.6.2017
9 giu 2017 - 13:53

CATANIA - Ecco le operazioni più importanti di oggi di carabinieri e polizia.

  • I carabinieri del nucleo operativo di Fontanarossa hanno arrestato nella flagranza un 20enne catanese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri sera, i militari, durante un servizio antidroga nel popolare quartiere San Giorgio, hanno notato il giovane nello Stradale Cravone cedere delle bustine ad occasionali clienti. Subito bloccato il giovane è stato trovato in possesso di 50 grammi di marijuana, già suddivisa in  dosi e 160 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. La droga ed il denaro sono stati sequestrati. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

    droga catania

  • I Carabinieri della Stazione di Catania Nesima hanno arrestato il 28enne catanese Giovanni Spina 28enne e Giovanni Tricomi 18enne, per evasione dai domiciliari. Ieri sera i militari, durante un servizio di controllo di persone sottoposte a misure restrittive, hanno riconosciuto e bloccato i due mentre si trovavano per strada, senza giustificato motivo, in palese violazione dei vincoli a cui erano sottoposti. Il 28enne è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma mentre il 18enne è stato ristretto ai domiciliari. Entrambi sono in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, come disposto dall’autorità giudiziaria.
    Giovanni Tricomi, 28 anni

    Giovanni Tricomi, 28 anni

  • I carabinieri della stazione di Tremestieri Etneo hanno arrestato un 43enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari da alcuni giorni tenendo sotto controllo l’abitazione dell’uomo avevano notato uno strano movimento di persone negli orari più inconsueti della giornata. I sospetti sono divenuti certezze ieri sera quando i carabinieri in seguito alla perquisizione del 43enne hanno rinvenuto e sequestrato 500 grammi di marijuana, abilmente nascosta all’interno della lavanderia. L’arrestato è stato ristretto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’autorità Giudiziaria.
    15 x 20 Orizzontale

  •  La polizia nel quartiere di Picanello, nelle vie Timoleone, Capriolo e Cavallaro, ha sottoposto a controllo una vasta area sospetta per l’evidente presenza di rifiuti speciali pericolosi e nocivi per la salute pubblica. Nell’ispezione sono stati rinvenuti numerosi rifiuti nocivi: materiale ferroso, numerose batterie d’autovettura, oltre 40 lavatrici e 20 frigoriferi, una gran metratura di cavi elettrici, un significativo numero di bombolette di gas vuote e altro ancora. Il responsabile della discarica non è stato trovato in possesso di alcuna autorizzazione. L’uomo ha riferito che tutto il materiale contenuto in discarica era stato raccolto in strada, senza però precisare nulla riguardo il successivo smaltimento di quegli oggetti. Per questo motivo è stato indagato in stato di libertà per il reato di illecita raccolta e smaltimento di rifiuti speciali e l’area in questione è stata sequestrata penalmente con l’apposizione dei sigilli.

  • Nelle prime ore della mattinata odierna, personale della squadra di polizia giudiziaria del commissariato centrale, ha scovato e tratto in arresto il pregiudicato Giuseppe Indelicato, 62 anni, poiché destinatario dell’ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il tribunale ordinario di Catania. L’uomo deve espiare la pena di 6 mesi di reclusione, perché riconosciuto colpevole del reato di evasione, commesso a Catania nell’aprile del 2007.

     Giuseppe Indelicato, 62 anni

    Giuseppe Indelicato, 62 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA