#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 9 gennaio MATTINA

Succede a Catania
9 gen 2017 - 12:48

CATANIA - Polizia e carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti di Catania e provincia.

  • Nel pomeriggio di ieri, agenti delle volanti, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno arrestato nel quartiere San Berillo, Babou Ceesay, di nazionalità gambiana, perché responsabile del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I poliziotti, che da tempo pattugliano le vie del quartiere per contrastare il crescente fenomeno dello spaccio di droga da parte di giovani extracomunitari, sono entrati nell’area del rione da strade diverse e hanno subito notato il capannello di persone nelle vicinanze di via Buda. Alla vista dei poliziotti, i giovani si sono allontanati repentinamente, facendo perdere le proprie tracce, mentre uno di essi, poi successivamente identificato come Ceesay, è stato bloccato: addosso all’uomo sono state trovate 14 dosi di hashish, mentre dopo un’accurata perquisizione personale eseguita in questura, sono state rinvenute, abilmente occultate in un taschino interno dei jeans, altre quattro dosi di hashish e un involucro di marijuana, oltre alla somma di 65 euro in banconote di piccolo taglio, ovvero il ricavato dell’attività di spaccio e pertanto sequestrata. La sostanza, quantificata in circa 20 grammi di hashish e in 4 grammi di marjuana è stata sequestrata. L’uomo, su disposizione del pm di turno, è stato rinchiuso nelle camere di sicurezza, in attesa della celebrazione dell’udienza con rito direttissimo.
Ceesay Babou

Ceesay Babou

  • I carabinieri della stazione di Librino hanno arrestato il 40enne catanese, Giovanni Scalogna, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Catania. Condannato ad anni 4 e mesi 2 di reclusione per furto aggravato, ricettazione, maltrattamenti in famiglia e lesioni personali, reati commessi a Catania tra il 2004 ed il 2010, si è reso irreperibile dall’ottobre scorso. Stanotte, a conclusione di attività info-investigativa, i militari dell’arma lo hanno individuato e catturato in una abitazione ubicata in questa Via Palermo. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza.
    Giovanni Scalogna

    Giovanni Scalogna

  • I carabinieri della tenenza di Mascalucia hanno arrestato un 27enne del luogo, William Patanè, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Catania. Condannato dai giudici etnei ad anni 3, mesi 3 e giorni 14 di reclusione, per spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso a Riposto nel 2015, dal 1° gennaio scorso si è reso irreperibile. I militari dell’arma ieri mattina lo hanno trovato in una abitazione di Santa Venerina, dove si è nascosto approfittando dell’ospitalità fornitagli dalla fidanzata e dalla madre della ragazza. All’arrivo dei carabinieri le due donne si sono adoperate per favorire la fuga del giovane sui tetti delle abitazioni limitrofe. Ma, dopo un lungo inseguimento, è stato bloccato ed ammanettato. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza, mentre le due donne sono state denunciate per favoreggiamento.

      

William Patanè

William Patanè

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento