#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 7 febbraio MATTINA

polizia-e-carabinieri-N02
7 feb 2017 - 12:54

CATANIA - Ecco le operazioni condotte da carabinieri e polizia a Catania e provincia:

  • I carabinieri della stazione di Catania Librino hanno arrestato il catanese Alessio Giovanni Catanzaro, di 40 anni, su ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal Tribunale di Catania. Il provvedimento scaturisce dalle segnalazioni effettuate dai militari all’Autorità Giudiziaria per le reiterate violazioni commesse dall’uomo non avendo ottemperato all’obbligo di firma cui era sottoposto. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato ristretto ai domiciliari;
    CATANZARO Alessio Giovanni, Catania 3.11.1976
  • I carabinieri della stazione di Catania Nesima hanno arrestato Francesco Antonino Ranno, 20enne, già sottoposto agli arresti domiciliari, su ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Catania. Il giovane dovrà espiare la pena di 3 anni e 6 mesi di reclusione poiché ritenuto responsabile di un furto aggravato in concorso, reato commesso nel mese di aprile del 2015 a Catania. L’arrestato è stato rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza;
    Ranno Francesco Antonino - 00918
    I carabinieri dell’Aliquota Operativa della compagnia di Paternò, hanno arrestato in flagranza Angelo Maria Antonio Caruso, 36enne, paternese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nella tarda serata di ieri, i carabinieri, a conclusione di un’articolata attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio nel centro cittadino, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione del 36enne, sorprendendolo all’interno della cucina mentre era intento a confezionare sul tavolo della marijuana. Nella circostanza i militari hanno rinvenuto e sequestrato una busta contenente 910 grammi di marijuana, 48 dosi dello stesso stupefacente, per un peso complessivo di 100 grammi, un bilancino elettronico di precisione e la somma contante di 30 euro, ritenuta parziale provento dell’attività di spaccio. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria;
    Caruso_Angelo_12_06_1980 droga
  • I carabinieri della compagnia di Caltagirone hanno dato esecuzione ad un ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del tribunale di Catania nei confronti del catanese Antonino Botta, di 40 anni. Il provvedimento scaturisce dalla violazione ai vincoli della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza, commessa dall’uomo. In particolare il pomeriggio del 27 gennaio scorso in contrada Niscima, agro di Mineo, un equipaggio del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Palagonia impose l’alt ad una Fiat Bravo con a bordo il Sorvegliato ed altri due pregiudicati. All’atto dell’identificazione il reo, per non incorrere nella sanzione penale tentò, peraltro inutilmente, di fornire agli operanti delle false generalità. I militari hanno notificato l’ordinanza al 40enne nel carcere di Caltagirone dov’è attualmente;
    BOTTA Antonino, Catania 27.11.1976
  • Nella nottata appena trascorsa, personale delle Volanti ha arrestato il pregiudicato Massimo Grasso, 23 anni, responsabile dei reati di furto aggravato in concorso ed evasione dagli arresti domiciliari. Intorno alle 12,20 di notte, due equipaggi sono stati inviati in via Giovanni da Verrazzano, a seguito di una segnalazione di allarme di intrusione in una cabina di un ripetitore Vodafone. Sul posto, gli agenti hanno avvistato due individui i quali alla vista della volante sono fuggiti in direzioni opposte. Uno dei due fuggitivi, Massimo Grasso, è stato bloccato e sottoposto a perquisizione personale a seguito della quale sono stati trovati un guanto di colore bianco, una chiave inglese e un cacciavite; l’uomo è anche risultato sottoposto agli arresti domiciliari. Inoltre, gli operatori hanno ritrovato nelle immediate vicinanze, in mezzo alla fitta vegetazione, un’auto bianca, all’interno della quale c’erano altri arnesi atti allo scasso e 12 batterie rubate dal ripetitore Vodafone. L’arrestato, su disposizione del Pm di turno, è stato sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari, in attesa del giudizio direttissimo;
    GRASSO Massimo
  • Nella tarda serata di ieri, la polizia di Stato ha arrestato il pluripregiudicato e destinatario di avviso orale Pietro Cammilleri, 22anni, responsabile di violenza e resistenza a pubblico Ufficiale. Durante un’attività di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione dello spaccio di sostanze stupefacenti in piazza dei Martiri, i poliziotti hanno notato due soggetti a bordo di un’auto bianca: i due sono stati invitati a scendere e durante l’accertamento uno dei due soggetti ha spintonato violentemente gli agenti scappando precipitosamente per far perdere quasi subito le proprie tracce. La fuga, però, non è durata a lungo: intorno alle 22,40, infatti, l’uomo è stato individuato e fermato, nonostante fornisse false generalità. Il soggetto, anche in questa occasione, ha tentato di scappare opponendosi violentemente all’azione degli agenti, ma questa volta non c’è stato nulla da fare: l’uomo è stato arrestato e, su disposizione del Pm di turno, rinchiuso nelle camere di sicurezza, in attesa del rito per direttissima.
    CAMILLERI Pietrp

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA