#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 4 ottobre MATTINA

carabinieri
4 ott 2016 - 13:29

CATANIA - Carabinieri ecco i fatti più importanti della mattina:

  • I carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato, nella flagranza, i catanesi Orazio Drago, 46 anni, Carmelo Drago, 25 anni, Michele Di Benedetto, 32 anni, tutti già agli arresti domiciliari e ritenuti responsabili di furto aggravato. I militari hanno scoperto, anche con l’assistenza del personale dell’ENEL, contatori manomessi per ridurre apparentemente il consumo di energia elettrica fino all’80% e allacciamenti diretti alla rete elettrica pubblica bypassando i misuratori elettronici. I controlli sono stati condotti tra Viale Bummacaro e Viale Grimaldi. Nel corso dell’operazione, oltre all’arresto dei tre detenuti ai domiciliari, sono state denunciate 18 persone per il medesimo reato. Il personale dell’ente erogante ha provveduto a ripristinare i contatori manomessi ed i collegamenti originari alla rete elettrica. Gli arrestati, in attesa di giudizio e dopo le formalità di rito, sono stati ricollocati agli arresti domiciliari. 
arrestati

Carmelo Drago, 25 anni, Michele Di Benedetto, 32 anni, Orazio Drago, 46 anni

  • E’ accaduto stanotte in Via Capo Passero. Uno dei tanti pusher che affollano quella zona di notte, teatro di recenti operazioni antidroga portate a termine dall’Arma etnea, si stava organizzando per poter spacciare l’erba quando, da lontano, ha scorto la “gazzella” dei carabinieri che stava per immettersi in quella strada. Per timore di essere arrestato ha abbandonato la droga per strada dileguandosi a piedi. I militari, notando il movimento, hanno tentato inutilmente di inseguirlo riuscendo comunque a recuperare e sequestrare un borsello con all’interno 50 dosi di “marijuana”, del peso di circa 60 grammi.

     

  • I carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato il 41enne, catanese, Giovanni Maugeri, in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Catania. L’uomo, ritenuto colpevole di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e rapina in concorso, reati commessi a Catania nel 2013, dovrà espiare la pena di anni 6 e mesi 4 di reclusione in regime di detenzione domiciliare. 
giovanni-maugeri

Giovanni Maugeri, 41 anni

  • I carabinieri della Stazione di Sant’Agata Li Battiati hanno arrestato il 19enne, egiziano, Ahmed Isalam Mohamed Sabet, in esecuzione di una misura di aggravamento della detenzione domiciliare emessa dal G.I.P. del Tribunale di Catania. Il giovane, autorizzato a prestare la sua attività lavorativa in un panificio del posto, ha più volte violato le prescrizioni imposte dall’A.G. allontanandosi arbitrariamente dall’esercizio commerciale, come puntualmente accertato dai militari dell’Arma che, redigendo le opportune informative, hanno convinto il giudice ad inasprirne il regime detentivo. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza. 
ahmed-isalam-mohamed-sabet

Ahmed Isalam Mohamed Sabet, 19 anni

  • Durante la notte del 4 gennaio scorso due malviventi, forzando una delle persiane, sono entrati in casa di una vedova di 82 anni e, dopo averla svegliata, gettata sul divano ed immobilizzata ed imbavagliata con del nastro da imballaggio, l’hanno rapinata di 500 euro e di alcuni monili in oro. Nel corso dell’intervento dei Carabinieri della locale Stazione, avvertiti tramite il 112 da alcuni vicini, venne repertato il nastro utilizzato dai criminali per bloccare la vittima. Inviato agli specialisti del R.I.S. di Messina sul nastro sono state esaltate ed isolate alcune impronte papillari che riscontrate con quelle della banca dati sono risultate appartenere ad uno dei rapinatori identificato per il 27enne, scordiense, Roberto Zammataro. Tali inconfutabili prove presentate dagli investigatori hanno convinto il G.I.P. del Tribunale di Caltagirone, su proposta del magistrato inquirente, ad emettere una ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti dell’indagato. Provvedimento puntualmente eseguito ieri sera dai militari di Scordia che, assolte le formalità di rito, hanno associato il reo al carcere di Caltagirone.
roberto-zammataro

Roberto Zammataro, 27 anni

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA