#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 30 marzo MATTINA

polizia_carabinieri_notte
30 mar 2017 - 13:23

CATANIA – Ecco le operazioni principali condotte da polizia e carabinieri a Catania e provincia:

  • I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Catania hanno arrestato nella flagranza il 30enne Federico Nicotra, di Misterbianco, poiché ritenuto responsabile di spaccio, detenzione illecita di sostanze stupefacenti nonché resistenza a pubblico ufficiale. La scorsa notte, i militari della squadra “Lupi”, mentre conducevano un servizio antidroga a Librino, precisamente in viale San Teodoro, posizionandosi a debita distanza dalla zona in cui avveniva di spaccio hanno notato come due pusher, protetti da altrettante vedette, smerciavano droga agli acquirenti che si avvicendavano nell’atrio del palazzo situato al civico numero 7. Per eludere le vedette gli operanti si sono confusi tra i numerosi clienti in fila e al momento opportuno sono riusciti, dopo un lungo inseguimento e breve colluttazione, ad acciuffare uno degli spacciatori mentre gli altri tre sono riusciti a fuggire. Nel percorrere a ritroso il tragitto di fuga del reo i militari hanno recuperato una busta di plastica con all’interno una 30ina di dosi di “marijuana” per un peso complessivo di circa 50 grammi. La droga è stata sequestrata mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.
    NICOTRA Federico, Catania 11.2.1987

     

  • Si è presentata ieri pomeriggio all’ufficio postale di via Matteotti a Misterbianco chiedendo l’attivazione di una carta Postepay. Nell’esibire i documenti al direttore della filiale, utili al completamento della pratica, la donna ha mostrato una certa irrequietezza che si è tradotta in una chiamata del preposto ai carabinieri del luogo che, intervenuti sul posto, hanno esaminato i documenti della signora rilevandone inequivocabili segni distintivi di falso. Difatti si è successivamente accertato che la donna, rubando l’identità ad una ignara signora di Licodia Eubea, aveva creato ad arte false carta di identità – a cui aveva apposto la propria foto – e tessera sanitaria. A finire in manette una 49enne originaria di Canicattì (AG) ma residente da anni a Belpasso, alla quale sono stati contestati i reati di: sostituzione di persona, false dichiarazioni sull’identità personale e possesso di documenti falsi. L’arrestata, in attesa della direttissima, è stata relegata agli arresti domiciliari
    IMG-20170330-WA0000
  • I carabinieri della compagnia di Paternò hanno arrestato la 31enne romena Lucica Dumitru, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania.
    Fermata per controllo in via Feltre dai militari del nucleo operativo, la donna è risultata destinataria del provvedimento restrittivo – diffuso lo scorso febbraio – poiché condannata dai giudici alla pena di 10 mesi e 15 giorni di reclusione per furto aggravato, reato commesso nel capoluogo etneo il 12 marzo del 2015. L’arrestata, assolte le formalità di rito, è stata trasferitra al carcere di Catania Piazza Lanza.
    DUMITRU Lucica,Romania11-05-1985
  • I carabinieri della compagnia di Palagonia hanno arrestato il 61enne Francesco Scirè, del posto, poiché ritenuto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti nonché violazione degli obblighi inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. Sono stati gli uomini del nucleo operativo a riconoscerlo e fermarlo per controllo mentre percorreva a piedi una via del centro cittadino. Perquisito sul posto è stato trovato in possesso di 9 dosi di “eroina” insieme a un centinaio di euro in banconote di piccolo taglio, verosimilmente incassati dalla precedente vendita della sostanza. La droga e il denaro sono stati sequestrati, mentre per l’arrestato, in attesa del giudizio per direttissima, sono stati disposti gli arresti domiciliari.
    SCIRE' FRANCESCO , PALAGONIA 10.03.1955
  • Nella tarda serata di ieri, il personale del commissariato centrale insieme alle unità cinofile della Questura, nell’ambito di servizi volti a prevenire e reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno effettuato attività di pattugliamento in piazza Vincenzo Bellini e nelle zone limitrofe, notoriamente frequentate da giovani che assumono spesso droga.  Nel corso dell’indagine, è stato denunciato in stato di libertà un giovane gambiano S. M. nato nel 1999, ospite del C.A.R.A. di Mineo, il quale è stato trovato in possesso di grammi 4,5 di marijuana. Un’altra persona è stata segnalata alla Prefettura, perché trovata in possesso di una dose di marijuana per uso personale. Grazie al fiuto infallibile del cane “Vite” è stata rinvenuta e sequestrata altra marijuana, suddivisa in più involucri, per un peso complessivo di 16 grammi.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA