#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 28 ottobre POMERIGGIO

succedecatania28ottobre
28 ott 2016 - 16:18

CATANIA - Carabinieri e polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti di questo pomeriggio a Catania e provincia

  • I Carabinieri della Compagnia di Acireale hanno arrestato il 31enne Davide Copercini per inosservanza delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno. L’equipaggio di una “gazzella” del Nucleo Radiomobile durante il servizio di controllo del territorio di Trecastagni ha riconosciuto e bloccato l’uomo mentre a piedi percorreva via Federico De Roberto, in violazione della misura preventiva cui era sottoposto. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari. 
Davide Copercini, 31 anni

Davide Copercini, 31 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Aci Catena hanno arrestato il 24enne Carmelo Scalia in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Catania. Il 3 luglio scorso era stato arrestato a Catania per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Quel provvedimento correlato alla mancata presentazione alla Polizia Giudiziaria, misura cui era sottoposto, ha convinto il giudice, su proposta dell’Arma, a disporne l’arresto e la detenzione ai “domiciliari”.
Carmelo Scalia, 24 anni

Carmelo Scalia, 24 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia hanno arrestato il 24enne Rosario Conti Bellocchi per furto aggravato. I militari, coadiuvati da personale dell’Enel, hanno accertato che il giovane aveva collegato il contatore della propria abitazione alla rete elettrica pubblica. I tecnici dell’ente erogatore hanno provveduto a ripristinare i collegamenti originari. L’arrestato, in attesa della direttissima, si trova agli arresti domiciliari.
Rosario Conti Bellocchi, 24 anni

Rosario Conti Bellocchi, 24 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Scordia hanno arrestato il 37enne Natale Zuccaro, di Catania, poiché ritenuto responsabile di violazione delle prescrizioni imposte dalla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nonché ricettazione. Inoltre, hanno denunciato per ricettazione un 26enne di Catania ed un tunisino di 51 anni, anch’egli residente nel capoluogo etneo. Una pattuglia della locale Stazione durante un posto di controllo in piazza San Sebastiano, ha fermato i tre a bordo di una Fiat Panda. Dopo gli opportuni riscontri alla banca dati – dove si accertava l’inosservanza dell’obbligo di soggiorno del pregiudicato catanese – i militari hanno proceduto a perquisire l’abitacolo dell’autovettura ritrovando, nel bagagliaio, delle matasse di cavo elettrico – da cui estrarre del rame – di illecita provenienza. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di Caltagirone.
Natale Zuccaro, 31 anni

Natale Zuccaro, 37 anni

  • Nell’ambito di mirati servizi antidroga svolti in particolar modo nelle prime ore pomeridiane, il personale del Commissariato di P.S. di Adrano ha individuato due giovani che stavano spacciando marijuana. I giovani adraniti, tra cui un minore, sono stati identificati e perquisiti. Sono stati ritrovati oltre 15 grammi di marijuana e la somma di 50,00 euro provento dello spaccio. I due giovani sono stati accompagnati in commissariato, fotosegnalati e denunciati a piede libero per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Il minore è stato affidato ai genitori. 

  • Ulteriori servizi di controllo straordinario del territorio, come disposto dal Questore di Catania Marcello Cardona, hanno avuto luogo nei comuni di Adrano e Biancavilla e sono stati effettuati controlli amministrativi a opera della squadra di Polizia Amministrativa del Commissariato. Nel comune di Adrano, dove sono stati controllati due bar, non sono state rilevate irregolarità. Nel comune di Biancavilla i controlli sono stati effettuati con l’ausilio di personale dei carabinieri e della Polizia Provinciale. Qui si è accertato un furto di energia elettrica a opera del titolare di un supermercato il quale, avendo manomesso il contatore, così come accertato da personale Enel, alimentava illecitamente gli impianti dell’attività commerciale. L’uomo, T. P. è stato denunciato in stato di libertà per il furto di energia elettrica. Un’altra persona T. S., in qualità di titolare di un negozio di riparazione di elettrodomestici sempre a Biancavilla, è  stato denunciata per la violazione della normativa sullo smaltimento dei rifiuti speciali. L’esercizio è stato sequestrato.

  • Il personale del Commissariato Centrale ha arrestato la siracusana Samanta Galeota, di 32 anni, pluripregiudicata, per tentato furto aggravato in concorso con altro soggetto in corso di identificazione. In particolare, su segnalazione pervenuta al 113, personale dipendente interveniva nella “Rinascente” di via S. Euplio dove, addetti alla sicurezza, avevano sorpreso una coppia che si era impossessata di un paio di occhiali del valore di 189,00 euro, dopo aver staccato le placchette antitaccheggio apposte. Il personale ha arrestato solo la donna in quanto il complice si era dileguato, eludendo la sorveglianza del personale della Rinascente. Galeota è stata condotta nelle locali camere di sicurezza in attesa di essere condotta in udienza per la “direttissima”.
Samanta Galeota, 32 anni

Samanta Galeota, 32 anni

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA