#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 28 novembre MATTINA

polizia
28 nov 2016 - 13:26

CATANIA - Polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti di Catania e provincia di questa mattina.

  • Gli agenti del commissariato di Librino, durante una mirata attività per la prevenzione e la repressione del traffico di sostanze stupefacenti effettuata nei pressi della nota piazza di spaccio di viale Castagnola 3, hanno notato alcune persone organizzate con specifiche mansioni di vedette a copertura degli spacciatori. Tra loro Anthony Alessandro Longo, 24 anni, già conosciuto ai poliziotti per la sua consolidata attività nella piazza di spaccio e per questo da poco denunciato in stato d’ irreperibilità. Gli operatori, approfittando dell’oscurità e della distrazione dello stesso Longo, hanno cercato di raggiungere un gruppetto di persone, fra acquirenti e pusher, al fine di identificarli e procedere in merito. Al fuggi fuggi generale, l’uomo è stato bloccato, mentre un altro soggetto, poi identificato per Salvatore Angelo Saraniti, 18 anni, è stato rincorso e raggiunto mentre tentava di barricarsi in un palazzo, chiudendo velocemente il portone d’ingresso. Un agente, più svelto di lui, lo ha anticipato e bloccato. Sequestrato un piccolo bottino di 22 dosi di marijuana, per la somma contante di 240,00 euro, provento dell’attività già svolta nel pomeriggio. Saraniti è stato posto agli arresti domiciliari, misura confermata in sede di processo per direttissima, dovendo rispondere di reato di spaccio di sostanze stupefacenti in concorso con Longo, che nella circostanza è stato denunciato a piede libero ancora una volta, per concorso in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.
  • Il personale del commissariato “Centrale”, a conclusione di una serrata attività investigativa, ha arrestato in flagranza dei reati di tentata estorsione e guida senza patente il sorvegliato speciale Salvatore Vecchio, 43 anni, catanese, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio ed altro. Vecchio ha contattato telefonicamente un commerciante al quale ha chiesto un appuntamento, sostenendo che questi vantava un debito di importo elevato nei confronti di un suo conoscente. Nel corso dell’incontro, il pluripregiudicato ha minacciato pesantemente di ritorsioni personali e sulla sua attività il commerciante qualora non avesse versato quanto richiesto. Immediatamente dopo, personale del Commissariato Centrale, che già era sulle tracce dell’uomo, è intervenuto, bloccandolo e accompagnandolo in ufficio in stato di arresto. Il motociclo a bordo del quale l’arrestato si era presentato all’appuntamento è stato sottoposto a sequestro. l’uomo è stato condotto nella casa circondariale di Piazza Lanza.                                                                 vecchio-salvatore

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA