#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 27 luglio POMERIGGIO

Succede a Catania
27 lug 2016 - 19:11

CATANIA - Carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti di oggi pomeriggio a Catania e provincia.

  • I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato per evasione Antonio Barbagallo, 32 anni, di Catania. L’uomo, benché sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai militari fuori dalla propria abitazione, senza alcun giustificato motivo, in palese violazione dei vincoli restrittivi a cui era soggetto. L’arrestato, su disposizione dell’autorità giudiziaria, è stato posto nuovamente ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

Antonio Barbagallo, 32 anni

Antonio Barbagallo, 32 anni

  • I Carabinieri della Tenenza di Mascalucia (CT) hanno arrestato un quarantenne del luogo ma domiciliato a Misterbianco (CT), su ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Catania, per atti persecutori. L’uomo è stato ritenuto responsabile di reiterate molestie, intimidazioni e minacce di morte nei confronti dell‘ex moglie, che le hanno cagionato un perdurante e grave stato di ansia e paura. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato ristretto ai domiciliari.
  • I Carabinieri della Compagnia di Giarre (CT) hanno arrestato per rissa un 37enne, del luogo, ed un 32enne e 23enne, di Mascali (CT). Ieri sera, i Carabinieri sono intervenuti in via Teatro davanti all’esercizio commerciale “Euronics Point” bloccando i tre. Il primo un cliente e gli altri due impiegati del negozio, i quali a seguito di una controversia scaturita per l’acquisto di un elettrodomestico, hanno avuto un’accesa discussione che è degenerata in rissa. I fermati sono stati trasportati e medicati all’ospedale di Giarre dove i sanitari gli hanno riscontrato delle lesioni giudicate guaribili dai 3 ai 7 giorni.Gli arrestati sono stati posti ai domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo.
  • I Carabinieri della Stazione di Belpasso (CT) hanno arrestato per furto aggravato un 25enne di Catania. Ieri sera, una pattuglia, su richiesta da parte di personale della vigilanza, è intervenuta in contrada Valcorrente bloccando il giovane mentre cercava di allontanarsi dal centro commerciale Etnapolis con un borsone contente alcune paia di scarpe appena rubate in un negozio, avendone manomesso i sistemi di antitaccheggio. La refurtiva, per un valore di circa 200 euro, è stata restituita al responsabile aziendale. L’Autorità Giudiziaria, dopo aver convalidato l’arresto, ritenendone i presupposti e condizioni di legge ha disposto la remissione in libertà del reo.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA