#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 27 giugno MATTINA

Carabinieri-6
27 giu 2016 - 12:47

CATANIA - Ecco i fatti di cronaca più importanti della mattinata.

  • I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato nella flagranza Graziella Marisa Rapicavoli, 33enne, di Catania, già gravata da pregiudizi penali specifici, per furto aggravato. Ieri sera, una pattuglia, su richiesta del personale della vigilanza, è intervenuta in contrada Gelso Bianco bloccando la donna mentre si allontanava dal centro commerciale “Auchan” con 1 televisore LCD e vari altri articoli, rubati poco prima all’interno di un negozio del predetto punto vendita, avendone manomesso i sistemi di antitaccheggio. La refurtiva, per un valore complessivo di 1.400 euro, è stata restituita al responsabile aziendale. L’arrestata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta ai domiciliari in attesa di essere giudicata con rito direttissimo.

RAPICAVOLI Graziella Marisa

  • I Carabinieri della Compagnia di Giarre hanno arrestato nella flagranza Vincenzo Musumeci, 40enne, del luogo, per resistenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali. Ieri mattina, un anonimo cittadino ha telefonato al 112 segnalando ai Carabinieri segnalando una lite in un’abitazione in via Romagna. I militari, immediatamente intervenuti sul posto ed individuato l’appartamento, in cui vive l’ex convivente del 35enne, hanno bloccato l’uomo all’interno della casa in un evidente stato di agitazione, accertando che poco prima, a seguito di una lite scaturita da vecchi rancori, l’aveva aggredita a calci e pugni. Il fermato ha tentato di sottrarsi all’identificazione scagliandosi contro i Carabinieri, opponendo un’energica resistenza. La vittima è stata trasportata e medicata all’Ospedale di Giarre dove i sanitari gli hanno riscontrato delle lesioni guaribili in sette giorni. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito udienza rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Musumeci Vincenzo nato a Giarre il 24.11.1975

  • I Carabinieri della Stazione di Mineo hanno arrestato S.U., 25enne, originaria della Nigeria, per lesioni personali aggravate. Nel primo pomeriggio di ieri, la ragazza, ospite nello SPRAR di via Carlo Alberto Dalla Chiesa a Mineo, a seguito di una lite scaturita per futili motivi, ha aggredito una connazionale, coetanea, colpendola con un martello. I militari immediatamente intervenuti hanno bloccato la ragazza. La vittima soccorsa e medicata nel locale presidio sanitario ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni per una ferita lacero contusa alla fronte e vari graffi al collo. L’arrestata è stata associata nel carcere di Catania Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

     

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA