#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 26 ottobre POMERIGGIO

Succede a Catania
Succede a Catania
26 ott 2016 - 20:01

CATANIA - Ecco i fatti di cronaca più importanti di questo pomeriggio a Catania e provincia.

  • I carabinieri del Comando Tutela Ambiente – Nucleo Operativo Ecologico di Catania –, collaborati dai militari della Stazione di Mineo, al termine di un approfondito controllo in un impianto di macellazione avicola sito in contrada Monaci di Mineo, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Caltagirone il titolare, A.V.G. di 50 anni per i reati di “realizzazione di discarica abusiva, smaltimento illecito di rifiuti e scarico di reflui non autorizzato”. Il controllo dell’impianto di macellazione ha fatto emergere che il titolare nel corso degli ultimi mesi aveva omesso di far confluire gli scarti della lavorazione dei polli macellati negli appositi impianti di incenerimento e/o trattamento di recupero, trasportando e gettando invece gli stessi all’interno di una sorta di buca di enormi dimensioni, stimata in circa 500 m.q. ed alta circa quattro/cinque metri presente vicino ad altri capannoni della sua stessa area aziendale. Tale è stata la quantità degli scarti di lavorazione scaricati abusivamente in tale buca artigianale che gli stessi hanno finito per fuoriuscire dalle pareti riversandosi sul pendio esistente e trasformandosi quindi in una sorta di maleodorante colata che ha finito per inquinare la vallata sottostante e diffondere nell’area circostante miasmi e odori nauseabondi che hanno finito per rendere l’aria della zona particolarmente sgradevole. Il controllo ha fatto emergere che anche il sistema di depurazione delle acque reflue provenienti dal ciclo della macellazione non funzionava da tempo; anche in questo caso le stesse acque reflue, bypassando il depuratore, sono risultate essere state riversate in maniera illecita per molto tempo sul nudo terreno aumentando quindi ulteriormente il grado di inquinamento prodotto su un’area particolarmente vasta. Le aree interessate dagli scarichi e dagli sversamenti abusivi sono state poste sotto sequestro. Sono in corso di valutazione i danni che tali condotte illecite hanno provocato per i quali l’azienda dovrà farsi carico di un piano di bonifica ambientale. Sul posto è stato richiesto l’intervento degli Ispettori del Competente Servizio Veterinario dell’ ASP di Catania – Distretto di Caltagirone – per valutare se l’attività di macellazione sia stata condotta in condizioni regolari.

 

  •  I carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo di Catania hanno arrestato un 22enne catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Una pattuglia, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere Picanello, hanno notato due individui in via Villa Glori al margine della strada cedere delle bustine ad occasionali avventori, ricevendo un corrispettivo in denaro. Prontamente intervenuti i militari hanno bloccato il 22enne, mentre il complice è riuscito a fuggire, trovandolo in possesso di un involucro di carta stagnola contenente 3 grammi di marijuana e la somma contante di 10 euro, ritenuta provento dell’attività di spaccio, che sono stati sequestrati. Le indagini sono ancora in corso al fine di indentificare il pusher sfuggito alla cattura. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.

 

  • I carabinieri della Stazione di Calatabiano hanno arrestato Alfio Panebianco, 60enne di Giarre, per furto aggravato. Una pattuglia, durante un servizio di controllo del territorio, ha bloccato l’uomo in via Regina del Cielo a Fiumefreddo di Sicilia alla guida di una Fiat Panda rubata poco prima in via Umberto, dove il proprietario l’aveva lasciata regolarmente parcheggiata. L’autovettura è stata restituita al legittimo possessore. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
Alfio Panebianco, 60 anni

Alfio Panebianco, 60 anni

 

  • I carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Acireale  hanno arrestato Mario Catalano, 47enne sorvegliato speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Ragusa (RG). I militari hanno sorpreso l’uomo mentre passeggiava in via Aldo Fabrizi a Pedara (CT), in palese violazione dei vincoli della Sorveglianza Speciale cui era sottoposto. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato
Mario Catalano, 47 anni

Mario Catalano, 47 anni

 

  •  I carabinieri della Stazione di Biancavilla hanno arrestato un 39enne su ordinanza di custodia cautelare emessa dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Catania. Il provvedimento scaturisce da un’articolata attività investigativa condotta dai carabinieri, a seguito della denuncia presentata dall’ex moglie del 39enne, che ha permesso di accertare che l’uomo da alcuni anni si è reso responsabile di maltrattamenti, violenze fisiche e minacce di morte nei confronti della donna, causandole un grave stato di ansia e paura. Il GIP tenuto conto delle risultanze investigative prodotte dai carabinieri ha emesso sul conto dello stalker il presente provvedimento restrittivo ritenendolo imputabile per maltrattamenti in famiglia, violenza sessuale, lesioni gravi e minacce gravi. L’arrestato è stato posto ai domiciliari.

 

  • I carabinieri della Compagnia di Paternò hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito della giurisdizione di competenza ottenendo i seguenti risultati: denunciato un 26enne di Santa Maria di Licodia, già gravato da precedenti penali, per uso di atto falso e falsità materiale commessa da privato. In particolare, il giovane, durante un controllo alla circolazione stradale, ha esibito ai militari la patente di guida contraffatta; denunciato un 16enne di Belpasso per detenzione di sostanza stupefacente. Il minore, controllato mentre era a piedi in una via del centro cittadino di Belpasso, è stato trovato in possesso di una busta di plastica contenente 100 grammi di marijuana, che sono stati sequestrati. Inoltre nel medesimo contesto operativo sono state controllate 80 persone, 60 veicoli, elevate 10 sanzioni amministrative per violazione al Codice della Strada per un valore di complessivo di 3600 euro (per omessa revisione del veicolo, circolazione senza copertura assicurativa, uso del casco protettivo, uso della cintura di sicurezza e guida senza patente), sottoponendo a sequestro amministrativo 4 tra automezzi e ciclomotori.

 

  • I carabinieri della Stazione di Militello in Val di Catania (CT), collaborati dai colleghi della Compagnia d’Intervento Operativo del Battaglione “Sicilia”, durante un servizio di controllo del territorio nell’ambito del piano d’azione Modello Trinacria, hanno arrestato Salvatore Guzzone, 43enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari hanno bloccato l’uomo per un controllo e proceduto ad una perquisizione personale e successivamente domiciliare nell’abitazione del fermato rinvenendo, nel giardino di sua pertinenza, 450 grammi di marijuana, 50 grammi di cocaina e 150 grammi di hashish, oltre a due bilancini di precisione, occultati a casa dentro un armadio nel salone. La droga ed i bilancini sono stati sequestrati. L’arrestato è stato associato nel carcere di Caltagirone.
Salvatore Guzzone, 43 anni

Salvatore Guzzone, 43 anni

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA