#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 26 luglio MATTINA

polizia
26 lug 2016 - 13:00

CATANIA - Polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti della mattinata.

  • Quella di ieri è stata senz’altro una giornata “calda” per le Volanti della Questura di Catania e non soltanto in senso meteorologico. Ben quattro, infatti, sono state le persona finite in manette e nel novero rientra anche un sequestro di droga e del relativo materiale di confezionamento per lo spaccio. Inizieremo proprio da quest’ultima operazione, svoltasi nella serata di ieri nelle vicinanze del Parco Falcone, lungo viale Raffaello Sanzio: un uomo, Omid Goodarzi, ventunenne pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, è stato arrestato per possesso ai fini di spaccio di marijuana. Lo stupefacente, il cui ammontare complessivo è pari a oltre 10 grammi, è stato rinvenuto e sequestrato in due azioni: la prima nel corso del controllo su strada, quando sono stati trovati addosso al Goodarzi anche 45 euro, provento dell’attività di spaccio, la seconda dopo la perquisizione domiciliare a casa dell’arrestato dove è stata scoperta la restante parte della droga, oltre al bilancino di precisione utilizzato per il confezionamento delle dosi. L’arrestato è stato messo ai domiciliari, in attesa della “direttissima”. Ancora un arresto, ma questa volta per la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale, scattato nei confronti di Luigi Abbascià, pregiudicato di 36 anni. L’uomo è stato trovato alla guida di un motociclo nel popoloso quartiere di San Cristoforo, nonostante la misura alla quale soggiaceva avesse comportato la revoca della licenza di guida. Anche per lui il pm ha disposto la misura cautelare degli arresti domiciliari. C’è voluto un lungo inseguimento, invece, per bloccare Simone Calogero e  Antonino Campagna i quali, pur di sfuggire al controllo di una volante non hanno esitato a lanciare lo scooter sul quale viaggiavano in una fuga che, iniziata in via Vittorio Emanuele, ha avuto definitivo epilogo in via della Concordia. In realtà, i due avrebbero fatto meglio a fermarsi: a loro carico, infatti, è scattato l’arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale, motivato dal non aver ottemperato all’alt intimato loro dai poliziotti. Nello scooter gli agenti hanno trovato e sequestrato diversi arnesi atti allo scasso il cui porto ingiustificato è sanzionato dalla legge con la denunzia a piede libero e il sequestro del materiale.
  • Nel quadro dei servizi predisposti dal Questore di Catania Marcello Cardona nella serata di ieri ha avuto luogo un servizio straordinario di controllo del territorio nell’area urbana catanese. Articolato nel più ampio progetto di sicurezza denominato “Modello Trinacria”, il servizio ha visto massicciamente impegnate le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Sicilia Orientale che, coadiuvate da un equipaggio della Polizia Locale, hanno passato a setaccio le strade dei quartieri Sanzio, Picanello e Barriera, dove è stata costante la presenza degli equipaggi in funzione “antirapina”. Al termine del servizio sono stati conseguiti i seguenti risultati: identificate 73 persone, controllati 39 veicoli, sequestrato 1 motociclo, 1 macchina e ritirata una carta di circolazione.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA