#AnticrimineOggi

Succede a Catania a provincia: 24 settembre MATTINA

succede-a-catania
24 set 2016 - 13:28

CATANIA - Carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Catania e provincia.

  • I Carabinieri della Compagnia di Giarre, coadiuvati dai colleghi della Compagnia d’Intervento Operativo del battaglione “Sicilia”, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano del denominato “Modello Trinacria”. Hanno , dunque, arrestato a Calatabiano (CT) Giuseppe Raneri, 44 anni, già ai domiciliari, su ordine di esecuzione per pena detentiva emesso dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Messina. L’uomo che dovrà espiare la pena di 2 mesi di reclusione, a seguito delle reiterate violazioni alla misura restrittiva cui era soggetto, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza; denunciato due persone, una quarantaquattrenne di Giarre (CT), per furto aggravato, ed un ventinovenne di Giarre (CT) per ricettazione. I militari hanno accertato che, la sera prima, in un bar del centro cittadino la donna ha rubato un telefonino Samsung J5 ad una cliente cedendolo al ragazzo; denunciato una persona, di Santa Venerina (CT), già gravata da pregiudizi penali, per detenzione illegale di armi e munizioni. I Carabinieri, a seguito di una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’uomo hanno rinvenuto una pistola ed una baionetta illegalmente detenute; denunciata una persona di Giarre (CT) per aver violato gli obblighi connessi alla custodia del proprio mezzo già sottoposto a sequestro amministrativo. Infine un giovane di Calatabiano (CT) è stato segnalato alla Prefettura poiché trovato in possesso di una dose di marijuana. Durante il servizio sono state inoltre controllate 70 persone, 30 veicoli, di cui 1 sottoposti a sequestro amministrativo, eseguite 5 perquisizioni domiciliari ed elevate 11 sanzioni al C.d.S. per valore complessivo pari di 4.800 euro.
Giuseppe Raneri, 44 anni

Giuseppe Raneri, 44 anni

  • I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza Giuseppe Cannone, 48 anni (nella foto sotto), per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri notte, i militari, durante un servizio antidroga finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere San Cristoforo, hanno notato uno strano movimento di persone nell’abitazione dell’uomo. Insospettiti i Carabinieri sono subito intervenuti procedendo con una perquisizione domiciliare durante la quale hanno rinvenuto, occultate in un’anta di un armadio nel salone, una busta di cellophane contenente 13 grammi di cocaina, già confezionata in dosi pronte per lo smercio al dettaglio, ed 1 bilancino elettronico di precisione, che sono stati sequestrati. L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

cannone-giuseppe-19071968droga-piazza-dante

  • I Carabinieri della Stazione di Paternò (CT) hanno arrestato nella flagranza Domenico Assinnata, 26 anni (nella foto sotto), esponente dell’omonima consorteria mafiosa ritenuta vicina al clan ” Santapaola”, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e ricettazione aggravata. Ieri sera, i militari, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio, hanno notato l’uomo, già conosciuto agli operanti, in Piazza Parco del Sole defilarsi nei pressi di una scuola e nascondere un sacchetto di plastica in un’aiuola. I Carabinieri a questo punto sono intervenuti bloccando il vetiseienne, che ha tentato di allontanarsi velocemente, recuperando la busta contenente 208 grammi di marijuana, suddivisa in 111 dosi, già confezionate e pronte per essere smerciate nel “mercato” paternese nel fine settimana. Successivamente gli operanti hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione del fermato rinvenendo 2 bilancini elettronici, 2 tritaerba utilizzati per preparare le dosi di stupefacente ed 1 PC, completo di monitor e stampante, risultato rubato all’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania. La droga, i tritaerba ed i bilancini di precisione sono stati sequestrati. Il PC recuperato sarà restituito ad un responsabile dell’Azienda Sanitaria. L’arrestato è stato associato a Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria. L’arresto del giovane arriva a circa un anno di distanza dal famoso “Inchino e Dondolamento” ricevuto in occasione dei festeggiamenti di Santa Barbara a Paternò (CT). 

assinnata-domenico-16111990-paternodroga-paterno arresto-paterno

  • I Carabinieri della Stazione di Santa Maria di Licodia (CT) hanno arrestato Lorenzo Spina, 29 anni, già sottoposto all’affidamento in prova, per furto. Ieri pomeriggio, i militari coadiuvati da personale tecnico dell’Enel hanno accertato che l’uomo aveva manomesso il contatore elettrico della propria abitazione allacciandosi direttamente alla rete elettrica pubblica. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
spina-lorenzo

Lorenzo Spina, 29 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Palagonia (CT) hanno arrestato Jose’ Lagona, 21 anni, già ai domiciliari, su ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Caltagirone (CT). L’Autorità Giudiziaria ha emesso il presente provvedimento di aggravamento della misura cautelare a seguito delle violazioni commesse recentemente dal giovane. L’arrestato è stato associato nel carcere di Caltagirone, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
lagona-jose-nato-a-caltagirone-il-24-04-1995

José Lagona, 21 anni

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA