#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 23 settembre MATTINA

succede
23 set 2016 - 13:11

CATANIA - Carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Catania e provincia.

  • I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Piazza Dante hanno arrestato Federico Rosario Cristaldi, 23 anni (nella foto sotto), per tentato furto. Da alcuni giorni il Comando Provinciale Carabinieri di Catania, a seguito di diverse denunce di scippi e furti ai danni di turisti, ha intensificato una serie servizi nel centro storico cittadino al fine di contrastare tale fenomeno. Nel contesto di tale attività, ieri pomeriggio, una pattuglia del Nucleo Operativo di Piazza Dante, con auto di copertura, transitando per via Landolina ha notato il giovane, già conosciuto agli operanti, mentre tentava di forzare, con uno strumento artigianale utilizzato come “passepartout”, lo sportello di una Fiat Panda. L’auto presa a noleggio, da una coppia di turisti in visita nella città, era stata parcheggiata in quella via con all’interno del bagaglio delle valige ed oggetti personali. I Carabinieri sono immediatamente intervenuti bloccando il giovane mentre stava per aprire la portiera dell’auto tentando di rubare tutto ciò che vi era all’interno. La chiave artigianale utilizzata per aprire il mezzo è stata sequestrata. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di essere rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

chiave-alterata cristaldi-federico-rosario-catania-16-10-1993

  • I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nella flagranza una quarantacinquenne catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Stamani, i militari, a conclusione di un’articolata attività info investigativa, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione della donna nel popolare quartiere San Giovanni Galermo rivenendo e sequestrando, abilmente occultati in un’anta della cucina, una busta contenente 4 kg di marijuana, di cui una parte già suddivisa in dosi pronte per smercio, 1 radio ricetrasmittente, 1 bilancino elettronico di precisione e vario materiale utilizzato per confezionare la droga. L’arrestata, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stata posta ai domiciliari in attesa di essere giudicata con rito direttissimo.

droga-san-giovanni-galermo

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA