#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 23 maggio MATTINA

Mattinale 23 maggio
23 mag 2017 - 13:47

CATANIA - Ecco le operazioni condotte da polizia e carabinieri a Catania e provincia:

  • Ieri sera la polizia di Catania ha arrestato per il reato di evasione dagli arresti domiciliari Salvatore Gaetano Boscarino, 29 anni. Precisamente in viale Moncada gli agenti hanno notato un uomo che alla loro vista si è subito dato alla fuga, scavalcando la recinzione dello stabile in cui si trovava e facendo perdere momentaneamente le proprie tracce all’interno del condominio. Ma gli agenti si sono messi immediatamente alla ricerca dell’uomo che è stato ritrovato nelle vicinanze dell’uscita del palazzo. Il soggetto, una volta bloccato, è risultato sottoposto agli arresti domiciliari, come da lui stesso dichiarato. Così, su disposizione del pm di turno, è stato trattenuto nelle camere di sicurezza della questura, in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo;
    BOSCARINO Salvatore Gaetano

  • Duro colpo inferto la scorsa notte da parte dei carabinieri di Catania ai clan che controllano il traffico e lo smercio di droga nel popoloso quartiere catanese di S. Cristoforo. Il pregiudicato catanese Mario Guglielmino, 50 anni, è stato arrestato in flagranza di reato in quanto responsabile di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. Il negozio di mobili di via Della Concordia, utilizzato come copertura per i suoi loschi traffici   non ha mai convinto i militari che hanno iniziato a monitorarlo con la dovuta attenzione fino a giungere ieri sera alla decisione di entrare nell’esercizio commerciale. Perquisendo ogni anfratto e locale di pertinenza all’attività i militari, all’interno di uno sgabuzzino, hanno ritrovato e sequestrato 15 Kg di marijuana, 1,5 Kg di hashish, 250 grammi di cocaina e materiale utilizzato per il taglio e il dosaggio delle sostanze stupefacenti. Il ritrovamento di una quantità così rilevante di droga ha spinto i militari a perquisire l’abitazione dell’uomo, poco distante dal negozio, in cui sono stati ritrovati e sequestrati altri 14 Kg. di marijuana. Con questo sequestro i carabinieri sono riusciti così a sottrarre dalle casse della criminalità organizzata una cifra vicina ai 500 mila euro. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania di piazza Lanza; 
    Mario GUGLIELMINO Droga Piazza Dante

  • I carabinieri di Misterbianco hanno arrestato Alessandro Russo, 31 anni, del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Catania. L’uomo è stato condannato a un anno e 6 mesi di reclusione in quanto colpevole del reato di minaccia e violenza a pubblico ufficiale commesso a Catania nel febbraio del 2007. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania di piazza Lanza;

    Alessandro RUSSO

  • I carabinieri di Acireale hanno arrestato Angelo Santonocito, 45 anni, del posto, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Catania. L’uomo è stato condannato dai giudici a 8 mesi di reclusione in quanto colpevole della violazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, reato commesso ad Acireale nel settembre del 2014. L’arrestato, una volta assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania in piazza Lanza;
    Santonocito Angelo cl.1972

  • I carabinieri di Biancavilla hanno arrestato Francesco Di Maggio, 44 anni, del posto, nell’esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal tribunale di Catania. L’uomo è stato condannato dai giudici a 2 anni di reclusione in quanto colpevole di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti, reato commesso a Biancavilla nell’agosto del 2016. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari;

  • I carabinieri di Biancavilla hanno arrestato Gaetano Berti, 49 anni, catanese, nell’esecuzione di un ordine di inasprimento della misura alternativa dell’affidamento in prova ai servizi sociali emesso dalla procura generale della Repubblica di Catania. Affidato alla comunità “Sentiero Speranza” di Contrada Croce Vallone ha più volte violato gli obblighi della misura così come puntualmente accertato dai militari che hanno consentito ai giudici di ordinarne l’arresto e il trasferimento nel carcere di Catania di piazza Lanza.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA