#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 20 ottobre POMERIGGIO

piazza-teatro-massimo
20 ott 2016 - 15:40

CATANIA - Carabinieri: ecco le operazioni più importanti.

  • Il Procuratore della Repubblica di Caltagirone, Giuseppe Verzera, e il sostituto procuratore Anna Andreatta, a conclusione di un’articolata attività d’indagine condotta dai Carabinieri della sezione di Giudiziaria della Procura, hanno notificato l’avviso conclusione indagini a carico di 11 soggetti indagati a vario titolo per associazione a delinquere finalizzata ad acquisire in modo diretto o indiretto la gestione e il controllo delle cooperative sociali presenti nel territorio di Mineo e di lavori e servizi pubblici affidati dal Comune di Mineo alle cooperative sociali riconducibili a Paolo Ragusa, nel periodo compreso tra ottobre 2013 e agosto 2015. Tra gli indagati figurano appunto Ragusa, il sindaco di Mineo Anna Aloisi, due ex assessori, un ex consigliere comunale, dirigenti e impiegati del Comune di Mineo e anche alcuni dipendenti di cooperative che svolgevano prestazioni per conto di Paolo Ragusa. Oltre all’associazione a delinquere sono stati contestati diversi reati di concussione, corruzione, abuso d’ufficio e falso. 
  • I Carabinieri di Catania del nucleo operativo di piazza Dante hanno arrestato, nella flagranza del reato, Salvatore Riolo, 18 enne catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale. I Carabinieri, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere Picanello, hanno notato il giovane nell’androne della propria abitazione cedere delle bustine ad occasionali acquirenti ricevendone un corrispettivo in denaro. I militari sono immediatamente intervenuti inseguendo il 18 enne all’interno dell’appartamento dove quest’ultimo però è riuscito a disfarsi delle rimanenti dosi di stupefacente buttandole nel water. Nella circostanza, gli operanti hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare rinvenendo un bilancino di precisione con tracce di cocaina, residui di quest’ultima sul pavimento del bagno e nel water, un quaderno contenente degli appunti su cessioni di stupefacente, una microtelecamera installata all’ingresso dell’abitazione, vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga in dosi e la somma contante di 1.000 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuta provento dell’attività di spaccio. Tutto il materiale, unitamente alle tracce di stupefacente e al denaro, è stato sequestrato. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.
Salvatore Riolo (18)

Salvatore Riolo (18)

 

  • I Carabinieri della stazione di Nesima hanno arrestato Giovanni Timoniere, 61 enne catanese, su ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Firenze.
    L’uomo, ritenuto responsabile di un furto commesso nel 2012 a Sesto Fiorentino, dovrà espiare la pena di un anno ed un mese di reclusione. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato nel carcere di Piazza Lanza.
Giovanni Timoniere (61)

Giovanni Timoniere (61)

  • I Carabinieri del nucleo operativo di Fontanarossa hanno arrestato il catanese Carmelo Cultraro, 35 enne, per evasione. L’uomo, benché sottoposto agli arresti domiciliari, è stato riconosciuto e bloccato dai militari mentre si trovava a piede libero, senza giustificato motivo, violando così i vincoli restrittivi a cui era soggetto. L’arrestato è stato associato nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

     

Carmelo Cultraro (35)

Carmelo Cultraro (35)

  • Ad Acireale, i Carabinieri hanno arrestato un 17 enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, durante un servizio di controllo del territorio, hanno controllato il giovane mentre era a piedi in una via del centro cittadino. I Carabinieri, insospettiti dall’atteggiamento irrequieto del ragazzo, hanno proceduto a perquisirlo trovandogli addosso 4 involucri contenenti 12 dosi di marjuana. Successivamente, gli operanti hanno eseguito anche una perquisizione domiciliare nell’abitazione del fermato rinvenendo un bilancino elettronico, nascosto all’interno di un mobile della cucina. con dei residui dello stesso stupefacente. Il 17 enne è stato accompagnato nel centro di Prima Accoglienza di via Franchetti a Catania, a dispostone dell’Autorità Giudiziaria Minorile.
  • I Carabinieri di Giarre, insieme con la Compagnia d’Intervento Operativo del battaglione “Sicilia”, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, ottenendo degli ottimi risultati: denunciato un 60 enne, di Giarre, già gravato da precedenti penali, per ricettazione. I Carabinieri, durante un controllo alla circolazione stradale, lo hanno sorpreso alla guida di una Fiat Panda, risultata rubata alcuni giorni fa a Mascali. L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario. Sotto denuncia anche un 28 enne, di Mascali, per ricettazione. I militari, a seguito di una perquisizione domiciliare nell’abitazione dell’uomo hanno rinvenuto un telefono cellulare “Microsoft Lumia 640″, rubato il 20 luglio 2015 nei pressi di Acireale. Anche un 38 enne, di Giardini Naxos, è stato denunciato per guida sotto l’influenza di sostanze alcoliche. I militari, dopo aver fermato l’uomo alla guida della propria autovettura, lo hanno sottoposto ad accertamento dell’alcooltest che evidenziava un tasso alcolemico superiore al limite consentito. Infine, tre giovani di Risposto e Mascali sono stati segnalati alla Prefettura poiché trovati in possesso di modiche quantità di stupefacente: durante il servizio sono state controllate 50 persone, 20 veicoli, eseguite 2 perquisizioni domiciliari ed elevate 3 sanzioni al C.d.S. per un valore complessivo di 1.100 euro. 

  • I Carabinieri di Paternò hanno intensificato i controlli sulla circolazione e sicurezza stradale nelle principali arterie del territorio cittadino. Durante il servizio predisposto, che ha visto l’impiego di numerosi uomini e mezzi, sono state elevate 20 contravvenzioni al C.d.S. per complessivi 1.800 euro, decurtati 30 punti alle patenti di guida, sequestrati 5 motocicli per guida senza casco e 4 per mancanza di copertura assicurativa, controllate 120 persone ed 80 tra autovetture e ciclomotori.

piazza-teatro-massimo

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA