#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 20 maggio MATTINA

Mattinale 20 maggio
20 mag 2017 - 13:35

CATANIA - Ecco le operazioni dei carabinieri a Catania e provincia.

  • Denunciati due studenti ripostesi, entrambi 19enni, in quanto responsabili di detenzione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. I due, una volta sottoposti a perquisizione personale e domiciliare sono stati trovati in possesso di una decina di grammi di “marijuana”, in parte già suddivisa in dosi.

  • Denunciati tre uomini tra Giarre e Fiumefreddo, rispettivamente di 59, 55 e 54 anni, in quanto responsabili di furto aggravato. Nella circostanza i militari operanti, coadiuvati dai tecnici dell’Enel, hanno accertato che i tre, in un arco temporale in corso di verifica, avevano alimentato le loro abitazioni tramite l’allaccio diretto alla rete elettrica pubblica.

  • Denunciato un 45enne di Santa Venerina per detenzione illegale di armi. L’uomo deteneva in casa un fucile monocanna mai denunciato alle autorità preposte.

  • Denunciati due pregiudicati catanesi, rispetivamente di 68 e 39 anni, in quanto responsabili di ricettazione. Fermati a un posto di controllo nascondevano in macchina vari oggetti di provenienza furtiva.

  • Denunciato un 32enne di Giarre per violazione degli obblighi inerenti la custodia di cose sottoposte a sequestro. L’uomo è stato fermato alla guida del proprio veicolo già sottoposto a sequestro amministrativo.

  • Denunciati due uomini di Giarre e Mascali, rispettivamente di 45 e 34 anni, in quanto sorpresi alla guida dei loro veicoli sotto l’influenza di sostanze alcoliche così come accertato da uno specifico test.

  • Segnalati due uomini di Taormina e Giardini Naxos, rispettivamente di 47 e 39 anni, per uso personale di sostanze stupefacenti. Fermati e sottoposti a perquisizione i due nascondevano in tasca alcune dosi di  marijuana.

  • Nel medesimo contesto operativo i militari hanno controllato 40 persone, eseguito 7 perquisizioni personali, controllato 21 veicoli, ed elevato 10 contravvenzioni al codice della strada per un valore complessivo di circa 3 mila euro.

  • I carabinieri di Paternò hanno arrestato Giuseppe Rau, 28 anni, del posto, nell’esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dal Tribunale di Catania. Recidivo alla guida senza patente, reato accertato a Motta Sant’Anastasia nell’agosto del 2013, era stato condannato alla pena ai domiciliari. Ieri pomeriggio, è stato prelevato dai militari per essere trasferito nel carcere di Catania in piazza Lanza dove sconterà gli ultimi sei mesi di reclusione.
    Giuseppe RAU            

      

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA