#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 2 agosto MATTINA

IMG-2016080102-1
2 ago 2016 - 14:02

CATANIA - Polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti della mattinata.

  • Ieri sera, nel quadro dei servizi predisposti dal Questore di Catania, finalizzati alla prevenzione dei reati contro il patrimonio, agenti della Squadra Volanti dell’U.P.G.S.P. hanno arrestato il pregiudicato catanese Santo Scrofani, di 30 anni. Nello specifico, una volante ha notato in via Sabato Martelli Castaldi un’auto con tre persone e ha deciso di procedere ad un controllo. I tre sono risultati tutti pluripregiudicati, uno dei quali, il citato Scrofani, è risultato destinatario di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica nel Tribunale Ordinario di Catania dovendo espiare la pena di 4 mesi e 20 giorni di reclusione per il reato di evasione commesso nel 2008. Lo stesso è stato accompagnato negli uffici della Questura dove veniva foto segnalato e rinchiuso nel carcere di Piazza Lanza
  • Gli agenti del Commissariato Centrale, intervenuti per sedare una lite in famiglia hanno arrestato il pluripregiudicato, Alfio Leonardi, 51 anni, già noto per le sue violenze in famiglia. I poliziotti sono stati richiesti nel corso della mattinata di ieri e sono arrivati presso l’abitazione delle vittime immediatamente, giusto in tempo per impedire al Leonardi di scagliarsi per l’ennesima volta contro i figli. Dai successivi accertamenti, è risultato che Leonardi era sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari: a questo punto è scattato l’arresto per evasione. Accompagnato in Commissariato per l’espletamento delle formalità di rito, il Leonardi è stato successivamente rinchiuso all’interno delle Camere di sicurezza della Questura
Alfio Leonardi, 51 anni

Alfio Leonardi, 51 anni

  • Nella giornata di ieri, in ottemperanza alle disposizioni impartite dal Questore, personale del Commissariato Nesima ha effettuato controlli straordinari finalizzati al contrasto dei reati e al rispetto della legalità. Nello specifico, è stato denunciato in stato di libertà un soggetto responsabile di minacce aggravate nei riguardi di un altro condomino che per futili motivi gli si è scagliato contro con un coltello e una bottiglia con del liquido all’interno. La situazione fortunatamente non è degenerata ma è stato decisivo l’intervento degli altri condomini e della Polizia di Stato. Altro soggetto è stato indagato poiché custode di un’autovettura di altra persona sottoposta a sequestro giudiziario.
  • A seguito di richiesta di aiuto da parte di un’anziana, che vive da sola nel quartiere di San Cristoforo e che viene vessata spesso dal vicinato, personale del Commissariato si è recato sui luoghi al fine di individuare uno dei responsabili che, in un primo momento, ha rifiutato di farsi identificare: l’uomo era già noto per altri reati
  • Inoltre, è stato accertato il reato di furto di energia elettrica, tramite l’utilizzo di una calamita posizionata sopra il contatore, presso la gelateria ubicata in via Mulino a Vento. Altre 2 persone sono state denunciate per il reato di furto di energia elettrica. Numerosi altri controlli sono stati effettuati su strada al fine di identificare persone sospette, presso esercizi commerciali e diversi controlli attuati anche nei riguardi delle persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA