#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 18 ottobre MATTINA

carabinieri-e-polizia
18 ott 2016 - 13:46

CATANIA - Carabinieri e polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Catania e provincia.

  • I Carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza Salvatore Lombardo, 22 anni, già agli arresti domiciliari e Antonino Lombardo, 23 anni, poiché ritenuti responsabili di spaccio e detenzione illecita di sostanze stupefacenti, nonché adottato lo stesso provvedimento restrittivo nei confronti della sorella Lucia Lombardo, 36 anni, e del figlio di quest’ultima di 22 anni, poiché ritenuti responsabili del concorso in resistenza a pubblico ufficiale. Ieri sera, gli uomini del Nucleo Operativo nell’espletare un servizio antidroga in Via Plebiscito hanno scoperto lo stratagemma utilizzato dai due fratelli per spacciare la marijuana. Il fratello libero riforniva di sostanza stupefacente i clienti in strada, successivamente si approvvigionava delle dosi dal fratello detenuto che utilizzava una cesta in vimini legata ad una fune e calata dal balcone. I militari a quel punto decidendo di intervenire intimavano al pusher di fermarsi ma questi, invece di sottoporsi al controllo, fuggiva a piedi per i vicoli del quartiere. Inseguito per quasi 300 metri è stato bloccato ed ammanettato in Via Zurria luogo in cui i militari, perquisendolo, lo hanno trovato in possesso di circa 10 grammi di marijuana, suddivisa in dosi. Prelevato anche il fratello ai domiciliari, la pattuglia, nel giungere nei pressi della caserma di Piazza Dante, ha trovato in attesa la sorella ed il figlio di quest’ultima che oltre ad ostacolare l’ingresso dell’autovettura di servizio hanno addirittura tentato di aprirne le portiere per permettere la fuga dei familiari arrestati, azione scongiurata dall’immediato intervento degli altri militari presenti in caserma.
  • I Carabinieri della Stazione di Giarre hanno arrestato, nella flagranza, la 55enne Concetta Giovanna La Mattina, rea di evasione. Ieri mattina, sottoposta ai controlli di routine come detenuta ai domiciliari era risultata evasa dalla propria abitazione. Ricercata è stata rintracciata ed arrestata dopo qualche ora mentre percorreva a piedi la Via Plaja a Catania. L’arrestata, assolte le formalità di rito, è stata ricollocata agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. 
giovanna-la-mattina

Concetta Giovanna La Mattina, 55 anni

  • I Carabinieri della Stazione di Macchia di Giarre hanno arrestato, nella flagranza, il 29enne Giuseppe Musumeci del luogo poiché ritenuto responsabile di evasione. E’ stato riconosciuto e fermato dalla pattuglia dell’Arma mentre passeggiava in strada in evidente violazione della misura restrittiva cui era sottoposto. L’arrestato, in attesa del giudizio per direttissima, è stato ricollocato agli arresti domiciliari. 
giuseppe-musumeci

Giuseppe Musumeci, 29 anni

  • Ieri notte un 26enne di Piedimonte Etneo si era allontanato dal pronto soccorso dell’Ospedale di Caltagirone dov’era stato ricoverato dai familiari per delle crisi nervose. Scattato l’allarme al 112 è stato rintracciato pochi minuti dopo in quel Viale Europa dall’equipaggio di una “gazzella” del Nucleo Radiomobile della locale Compagnia. Il poveretto, in preda allo sconforto, aveva già scavalcato una ringhiera e, dopo essersi annodato al collo una manichetta antincendio, minacciava di lasciarsi cadere da un’altezza di circa 10 metri. Grazie alla paziente opera di persuasione dei due carabinieri, assistiti anche da un familiare che nel frattempo era giunto sul posto, il giovane desisteva permettendo ai militari di soccorrerlo e consegnarlo al personale del 118 che ne curava il trasporto nell’ospedale calatino dov’è stato ricoverato nel reparto di psichiatria per uno “stato di agitazione, con tentativo autolesivo”.
  • Nel corso della giornata è stato tratto in arresto dal personale delle Volanti della polizia di Stato in servizio di controllo del territorio il pregiudicato Jonathan Romano, di 21 anni, per evasione dalla misura degli arresti domiciliari alla quale era sottoposto, in quanto al momento del controllo non presente presso il domicilio eletto.
jonathan-romano

Jonathan Romano, 21 anni

  • Nella giornata di ieri, il personale del Commissariato “Centrale”, ha individuato e tratto in arresto Vincenzo Campagna, di 55 anni, pregiudicato per rapina, furto, lesioni e reati in materia di sostanze stupefacenti, in esecuzione dell’Ordinanza emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ragusa, dovendo scontare la pena di 6 mesi di reclusione per il reato di favoreggiamento commesso in territorio di Ragusa.
vincenzo-campagna

Vincenzo Campagna, 55 anni

  • Nell’ambito dell’attività di controllo del territorio, specialmente rivolta alla prevenzione e repressione dei furti in abitazione, lo scorso 17 ottobre Agenti del Commissariato P.S. di Acireale hanno arrestato in flagranza i pregiudicati catanesi Orazio Luciano Sciacca, di anni 29, Paolo Cosentino, di anni 22, e Santo Ravasco, di anni 22 (nella foto sotto), tutti indagati per tentato furto in abitazione. I tre pregiudicati sono stati intercettati e bloccati da un equipaggio della Volante acese dopo che avevano tentato di introdursi all’interno di un’abitazione privata, situata nella frazione pedemontana “Balatelle”, dopo avere attraversato un giardino antistante l’ingresso. L’immediata perquisizione del mezzo sul quale viaggiavano gli arrestati, ha permesso di rinvenire, occultati sotto i sedili, una leva e due grossi cacciaviti da utilizzare per scassinare la porta d’accesso. Accompagnati in Commissariato, dopo le formalità di rito, il P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Catania ha convalidato l’arresto dei tre giovani pregiudicati, che peraltro annoverano numerosi precedenti penali anche in materia di reati contro il patrimonio.

sciacca-orazio-luciano-20-08-1987 cosentino-paolo-24-11-1994 ravasco-santo-15-01-1994

  • Grazie anche all’ausilio di unità cinofile, la sera dello scorso 14 ottobre hanno arrestato Luigi Arena, di anni 25 (nella foto sotto), ritenuto responsabile del reato di detenzione ai fini dello spaccio di circa 40 dosi di cocaina confezionate singolarmente e pronte allo smercio, oltre a ulteriori 20 grammi della medesima sostanza raccolte in un’unica busta di cellophane, opportunamente celata in una intercapedine.

arena-luigi cocaina cane

 

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA