#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 15 giugno POMERIGGIO

pomeridiano
15 giu 2016 - 16:44

CATANIA - Carabinieri: i fatti di cronaca più importanti del pomeriggio.

  • I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato in flagranza di reato Sebastiano Platania, 30enne, di Catania, per detenzione ai fini di spaccio. Ieri sera, i militari, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel popolare quartiere Librino, in viale Grimaldi hanno notato un individuo al margine della strada cedere delle bustine a clienti occasionali. Prontamente bloccato e perquisito il fermato è stato trovato in possesso di 120 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi, e la somma contante di 55 euro, ritenuta parziale provento dell’attività di spaccio. La droga ed il denaro sono stati sequestrati. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato per direttissima.

    platrania

  • I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato nella flagranza Giacomo Santoro, 32enne, originario di Messina, residente a Catania, per evasione. Ieri sera, i militari, durante un servizio di controllo del territorio, hanno riconosciuto e bloccato l’uomo mentre passeggiava in Piazza Cavour, violando così i vincoli restrittivi cui era sottoposto. L’arrestato è stato ricollocato nuovamente ai domiciliari in attesa di essere giudicato per rito direttissima, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

    santoro

  • I Carabinieri della Compagnia di Giarre, coadiuvati dai colleghi della Compagnia d’Intervento Operativo del battaglione “Sicilia”, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano del denominato “Modello Trinacria”. Sono state denunciate quattro persone, di Giarre, per furto aggravato. I militari coadiuvati da personale tecnico dell’Enel hanno accertato che i predetti avevano manomesso i contatori delle proprie abitazione, effettuando un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica.

    Sono state inoltre denunciate tre persone per guida senza patente. I Carabinieri, durante un controllo alla circolazione stradale, hanno sorpreso i tre alla guida dei rispettivi mezzi sprovvisti di patente, poiché mai conseguita o revocata.

Denunciata una persona di Giarre per aver violato gli obblighi connessi alla custodia del proprio mezzo già sottoposto a sequestro amministrativo.

Infine un giovane di Riposto è stato segnalato alla Prefettura poiché trovato in possesso di una dose di marijuana.

Durante il servizio sono state inoltre controllate 80 persone, 35 veicoli, di cui 3 sottoposti a sequestro amministrativo, eseguite 7 perquisizioni domiciliari ed elevate 22 sanzioni per valore complessivo pari di 8.800 euro.

  • I Carabinieri della Compagnia di Acireale hanno eseguito un ordine di custodia cautelare emesso dal Tribunale di Catania nei confronti di Alfio Proietto Batturi, 55enne, di Giarre, e la convivente una 40enne, di Acireale. Il provvedimento scaturisce da un’articolata attività investigativa avviata dai Carabinieri a seguito dell’incendio di Fiat Punto, avvenuto ad Acireale il 31 gennaio scorso. I militari, nella circostanza, accertarono, tramite delle immagini a circuito chiuso che immortalarono la scena criminosa, che la donna diede fuoco all’auto, parcheggiata all’interno di un cortile, e che nei giorni precedenti il 55enne minacciò ripetutamente il proprietario del mezzo tentando di estorcergli la somma contante di 2000 euro, adducendo come scusa un risarcimento per delle ingiurie, infondate, nei confronti del figlio minore della convivente.  L’Autorità Giudiziaria tenuto conto delle risultanze investigative prodotte dai Carabinieri ha emesso la presente misura restrittiva ritenendo l’uomo e la donna responsabili di tentata estorsione e quest’ultima anche di danneggiamento a seguito di incendio. L’ordinanza è stata notificata all’uomo nel carcere di Piazza Lanza, dove lo stesso è ristretto, per un’altra tentata estorsione, incendio di autovettura ed evasione, commessi il 14 aprile scorso a Macchia di Giarre. L’arrestata è stata associata, sempre, nel carcere di Piazza Lanza.

    batturi

  • I Carabinieri della Stazione di Grammichele hanno arrestato Orazio Lipsia, 35enne, del luogo, per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali ed estorsione.
    Ieri sera, una pattuglia, a seguito della telefonata pervenuta al 112 da parte di un anonimo cittadino che ha segnalato una lite in famiglia, è intervenuta nell’abitazione dei genitori del 35enne, nel centro cittadino di Grammichele, bloccando quest’ultimo in un evidente stato di agitazione.  Nella circostanza i militari hanno accertato che l’uomo poco prima aveva aggredito il padre colpendolo a calci e pugni, dopo l’ennesimo diverbio scaturito dall’indisponibilità di quest’ultimo di assecondarne le continue richieste di denaro.
    La vittima trasportata al locale presidio sanitario di emergenza è stata medicata per delle ferite al labbro ed alla guancia. L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato associato nel carcere di Caltagirone. 

    lipsia

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA