#AntcrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 14 luglio MATTINA

polizia
14 lug 2016 - 13:13

CATANIA - Polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti di questa mattina.

  • Si è dato subito alla fuga, l’uomo che nella nottata è stato controllato dai poliziotti delle Volanti in via Del Bosco, mentre si trovava alla guida di un’autovettura, successivamente risultata rubata. Ma gli è andata male, anzi malissimo. Lui è il pluripregiudicato Paolo Nicolosi, 19 anni, e, invece che stare in giro su un’auto appena rubata, avrebbe dovuto trovarsi agli arresti domiciliari. Come nel più classico dei copioni, appena avvistata la Volante, il Nicolosi – che era stato notato mentre passava a rassegna, a passo d’uomo, le altre autovetture posteggiate lungo la via – ha accelerato l’andatura, nel tentativo di sottrarsi al fermo che gli era stato intimato dai poliziotti. Una folle corsa, piena di manovre azzardate, curve spericolate e anche tentativi di speronare la volante inseguitrice, finita in maniera tragica per il fuggitivo, in via Empedocle: infatti l’auto guidata dal Nicolosi ha violentemente impattato contro i cassonetti dei rifiuti che si trovavano in quella via per poi andarsi a schiantare contro un albero. I poliziotti hanno prestato immediato soccorso al Nicolosi, il quale è rimasto vigile sino al momento dell’arrivo dell’ambulanza fatta accorrere dagli agenti. A carico del soggetto – che a causa della gravità delle ferite riportate è stato ricoverato in ospedale – sono scattate le denunce per resistenza a pubblico ufficiale, evasione degli arresti domiciliari, ricettazione, possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA