#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 13 settembre MATTINA

Mattinale Catania 13 settembre 2017 MATTINA
13 set 2017 - 13:54

CATANIA - Ecco le operazioni condotte da polizia e carabinieri a Catania e provincia:

  • Gli uomini del commissariato Borgo-Ognina hanno arrestato il trentenne pregiudicato catanese C. A., responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia nei confronti degli anziani genitori. Le indagini sono partite dalla querela sporta dai genitori dell’uomo, messo agli arresti domiciliari per spaccio di sostanze stupefacenti. I genitori hanno riferito delle continue angherie, minacce e violenze di cui erano fatti segno dal figlio che li aveva, così, costretti a vivere in un clima di terrore. Dalle testimonianze raccolte, i poliziotti hanno ricostruito una condotta fortemente aggressiva dell’arrestato, il quale era solito prodursi in violente sfuriate durante le quali rompeva ogni cosa gli fosse capitata sotto mano, procurando anche ingenti danni all’abitazione dei genitori. L’ultima minaccia è stata quella di incendiare la casa che ha impaurito i due anziani a tal punto di cercare riparo all’ufficio di polizia, dove hanno trovato l’accoglienza degli agenti che hanno poi raccolto la loro querela  nei confronti del figlio. Così l’uomo è stato prelevato e rinchiuso nel carcere piazza Lanza. L’anziana coppia, invece, ha così potuto far sereno ritorno a casa;
  • Nell’ambito della quotidiana attività di contrasto ai reati in materia di stupefacenti, il personale della sezione investigativa del commissariato di Acireale ha denunciato in stato di libertà M.A., di anni 18, per il reato di detenzione ai fini dello spaccio di marijuana. Il giovane è stato fermato davanti la propria abitazione di acireale nell’attimo in cui stava cedendo la dose di stupefacente ad un acquirente, anch’egli bloccato e in seguito segnalato per la sanzione amministrativa alla prefettura. Durante la perquisizione domiciliare sono state trovate una seconda dose di marijuana già confezionata, una dose residua ancora da assemblare e una cospicua somma di denaro ritenuta ricavo dell’attività di spaccio e una bilancino di precisione, solitamente usato per la taratura delle singole dosi;
  • I carabinieri del nucleo investigativo del reparto operativo di Catania hanno arresto Gianluca Hanchi, 21enne catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari, durante un servizio antidroga nel popolare quartiere Librino hanno notato il giovane in viale San Teodoro dare degli involucri a occasionali acquirenti. Subito intervenuti i carabinieri hanno bloccato e perquisito il giovane trovandolo in possesso di 36 dosi di marijuana, per un peso complessivo di 55 grammi, e somma in contante di 190 euro in banconote di piccolo taglio, ritenuta ricavo dell’attività di spaccio che sono stati sequestrati. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’autorità giudiziaria;
     droga lupi
  • I carabinieri del nucleo operativo di Catania Piazza Dante hanno arrestato Giuseppe Torrisi, 25enne catanese, per evasione dai domiciliari. I militari, durante un servizio di controllo del territorio nel popolare quartiere San Cristoforo, hanno riconosciuto e bloccato il giovane mentre si trovava a piedi in via Belfiore senza giustificato motivo, in evidente violazione dei vincoli restrittivi cui era sottoposto. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato messo nuovamente ai domiciliari, come disposto dall’autorità giudiziaria;
    Giuseppe Torrisi, 25 anni

    Giuseppe Torrisi, 25 anni

  • I carabinieri della compagnia di Giarre hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nell’ambito del piano denominato “Modello Trinacria”, ottenendo i seguenti risultati: arrestato a Mascali un 18enne del luogo, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari a seguito di una perquisizione domiciliare a casa del giovane hanno rinvenuto, abilmente nascosti nell’armadio della sua camera, 31 grammi di marijuana, già suddivisa in dosi pronte per lo spaccio, e vario materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente, che è stato sequestrato; denunciate due persone di Giarre, perché sorprese alla guida dei propri mezzi sprovvisti di patente poiché revocata con recidiva; denunciato un persona, un 38enne di Riposto, per furto aggravato. I carabinieri hanno sorpreso l’uomo all’interno di un agrumeto, nella frazione Torre Archirafi, subito dopo aver asportato 300 chilogrammi di limone verdello, che aveva già riposto nel bagagliaio della propria Opel Corsa; denunciato una persona, un 44enne di Milo, per omessa denuncia di armi. I militari, a seguito di una perquisizione domiciliare, a casa dell’uomo hanno trovato tre fucili, due cal. 12 e un cal. 20, una canna per fucile semiautomatico sovrapposto da caccia e 550 cartucce cal. 20 e cal. 12, irregolarmente detenuti. Inoltre, sono stati segnalati alla prefettura di Catania tre giovani poiché trovati in possesso di modiche quantità di sostanze stupefacenti. I militari hanno controllato 25 persone, 10 veicoli, sottoponendo a sequestro amministrativo un motociclo, per mancato uso del casco, eseguite 4 perquisizioni domiciliari ed emesse 7 sanzioni al codice della strada per un valore complessivo di 700 euro;
  • I carabinieri della stazione di Vizzini hanno arrestato Giuseppe Icaro, 61enne del luogo, per coltivazione di sostanze stupefacenti. I militari, a conclusione di un’articolata attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio nel centro cittadino, in contrada Cava hanno proceduto ad una perquisizione in un terreno agricolo di pertinenza dell’uomo sorprendendolo mentre irrigava 41 piante di marijuana, dell’altezza media di 1,50 m., nascoste tra i filari di pomodori. Le piante di stupefacente sono state sequestrate. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere Caltagirone, come disposto dall’autorità giudiziaria calatina;
     droga Vizzini

     

  • I carabinieri della stazione di Scordia hanno arrestato Gaetano Iacono, 41enne del luogo, su ordine di carcerazione emesso dalla procura della Repubblica del Tribunale di Siracusa. L’uomo dovrà scontare una pena residua di 3 anni, 2 mesi e 27 giorni di reclusione,  responsabile di una rapina in concorso e lesioni personali, reati commessi a Lentini, nel siracusano, il 20 marzo 2006. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Caltagirone, come disposto dall’autorità giudiziaria calatina.
    Gaetano Iacona, 41 anni

    Gaetano Iacona, 41 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA