#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 13 giugno MATTINA

Carabinieri_subaru_2009
13 giu 2016 - 12:18

CATANIA - Carabinieri, ecco i fatti più importanti della giornata:

  • I Carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno arrestato Giovanni Bruno, 36enne, catanese, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.
    Ieri mattina, una gazzella, durante un servizio di controllo del territorio, ha riconosciuto e bloccato l’uomo in viale Grimaldi mentre era alla guida di una Smart, sprovvisto di patente poiché revocata per mancanza di requisiti morali, violando, così, gli obblighi della misura preventiva cui era soggetto. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

    Giovanni Bruno

    Giovanni Bruno

     

  •  I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato nella flagranza Mario Privitera, 35enne, di Catania, per furto aggravato. Stamani, una pattuglia, su richiesta da parte del personale di vigilanza, è intervenuta nel centro commerciale “Porte di Catania” bloccando l’uomo mentre cercava di allontanarsi da un’uscita di sicurezza con un carrello carico di un televisore a LCD ed altri articoli elettronici, rubati poco prima nel negozio “Auchan”.  La merce per un valore di 800 euro, a cui il ladro aveva manomesso i sistemi di antitaccheggio, è stata restituita al responsabile aziendale.
    L’arrestato, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo.
    Mario Privitera

    Mario Privitera

     

  • I Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Randazzo hanno arrestato nella flagranza due fratelli di 25 e 21 anni, entrambi di Francavilla di Sicilia, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza a Pubblico Ufficiale.
    Ieri sera, una Gazzella, durante un controllo alla circolazione stradale, in via Bonaventura a Randazzo ha imposto l’alt ad una Fiat Punto con a bordo due individui.
    I Carabinieri insospettiti, dall’atteggiamento irrequieto tenuto dai fermati, hanno proceduto ad una perquisizione personale e nel mezzo rinvenendo, occultata tra gli indumenti intimi del 21enne, una busta contenente 110 grammi di marijuana.
    I rei a questo punto, al fine di evitare l’arresto, hanno opposto ai militari un’energica resistenza che ha permesso al 21enne di guadagnarsi momentaneamente la fuga. Il fuggitivo, però, dopo un breve inseguimento a piedi è stato subito raggiunto e bloccato da un carabiniere.  Successivamente gli operanti hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione dei due a Francavilla di Sicilia rinvenendo, abilmente occultati in un anta di un armadio della loro stanzetta, 4 dosi di hashish, per un peso complessivo di 10 grammi, ed un bilancino elettronico di precisione. La droga ed il bilancino elettronico sono stati sequestrati. Gli arrestati, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati posti ai domiciliari.

    carabinieri

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA