#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 13 gennaio MATTINA

14971223_10210944376707256_1444087842_n
13 gen 2017 - 13:35

CATANIA – Polizia e carabinieri: ecco i fatti di cronaca più importanti della giornata.

  • Mercoledì scorso il personale delle volanti, che passava per via Cristoforo Colombo ha notato due soggetti che si stavano picchiando. Gli agenti sono immediatamente intervenuti, procedendo all’arresto di un uomo, identificato per il marocchino Anis Jourdale, 34 anni, senza fissa dimora. Infatti, è stato accertato che il cittadino extracomunitario, dopo avere danneggiato alcune auto che passavano in via Cristoforo Colombo con delle grosse pietre, ha istigato una rissa con un agente della Guardia Costiera e con una donna della Polizia Penitenziaria che, dopo essersi qualificati, sono intervenuti per far desistere l’uomo dalla sua furia distruttiva. L’uomo, però, anziché calmarsi ha continuato a opporre resistenza e a inveire contro i due rappresentanti delle Forze dell’Ordine, che nella circostanza hanno pure riportato lievi lesioni. Accertato ciò, i poliziotti hanno arrestato Jourdale e, su disposizione del Pubblico Ministero di turno, lo hanno rinchiuso nelle Camere di Sicurezza della Questura, in attesa della “direttissima”. L’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato considerato responsabile anche del reato di attentato alla sicurezza dei trasporti; per lui il magistrato ha e disposto la custodia cautelare in carcere.
Anis Jourdace, 34 anni

Anis Jourdace, 34 anni

  • Ieri il personale delle Volanti ha arrestato Daniel Michele Barbagallo, catanese, 21 anni, residente nel quartiere “Librino”, responsabile del reato di spaccio di droga. Intorno alle ore 22,30, gli agenti, sapendo che in quel quartiere sussiste attività di spaccio, hanno effettuato un controllo accurato. Gli agenti hanno fatto irruzione nel piazzale di viale Grimaldi, dove, alla vista degli uomini in divisa, due pusher sono fuggiti tra i palazzi e le zone di campagna vicine. Pertanto, gli agenti, accertato senza alcun dubbio che si stesse svolgendo attività di spaccio, hanno deciso di allontanarsi temporaneamente. Giusta intuizione: infatti, poco dopo, tornando sul posto, i poliziotti hanno nuovamente visto gli stessi soggetti mentre spacciava. All’atto dell’ennesimo scambio, gli agenti, che ormai avevano circondato la zona, sono intervenuti: così è stato fermato un acquirente che aveva appena ricevuto 4 dosi di “marijuana”; nel frattempo, uno dei due pusher è scappato ed ha lasciato in terra una busta rossa e poco più avanti il danaro che aveva guadagnato. Dopo un rocambolesco inseguimento a piedi, tra gli edifici e le zone di campagna, gli operatori di polizia sono riusciti a bloccare uno dei due spacciatori che si era rifugiato all’interno di un palazzo. L’altro, invece, riusciva a dileguarsi. Perquisito il fermato, è stata rinvenuta la somma in di euro 15 suddivisa in banconote di piccolo taglio quale provento dello spaccio. Inoltre, gli agenti hanno recuperato la somma di euro 20 gettata per terra dallo spacciatore durante la fuga e la busta rossa contenente 20 involucri di sostanza stupefacente del tipo “marjuana”. Quanto rinvenuto veniva sequestrato. Daniel Michele Barbagallo, arrestato per il reato di spaccio di sostanza stupefacente in concorso con un soggetto rimasto ignoto, è stato posto agli arresti domiciliari su disposizione del Pubblico Ministero di turno.
Daniele Barbagallo, 21 anni

Daniele Barbagallo, 21 anni

  • I carabinieri della Compagnia di Catania Piazza Dante hanno arrestato un 24enne di origini romene, per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Ieri sera i militari del Nucleo Operativo osservando l’angolo tra le Vie Trovatelli e Alogna hanno scoperto l’escamotage utilizzato dal pusher per lo smercio della droga. Questi, prendendo contatti con gli acquirenti in Via Alogna si allontanava con il proprio scooter per prelevare di volta in volta la droga nascosta dentro un foro che era stato fatto in un muro della vicina Via Trovato per poi tornare indietro e cederla in cambio di denaro. L’immediato intervento degli operanti ha consentito il recupero ed il sequestro di 9 dosi di cocaina, 13 dosi di marijuana nonché di 75 euro in contanti incassati dalla precedente vendita dello stupefacente. L’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.
  • I carabinieri della Compagnia di Catania Fontanarossa hanno arrestato nella flagranza il 22enne catanese Salvatore Seminara, per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Sono stati gli uomini del Nucleo Operativo a sorprenderlo ieri sera mentre in Viale Nitta a Librino smerciava droga ad alcuni assuntori. Bloccato e perquisito è stato trovato in possesso di 70 grammi di marijuana, suddivisa in dosi, nonché di 60 euro in contanti incassati dalla precedente vendita dello stupefacente. Il denaro e la droga sono stati sequestrati mentre l’arrestato, in attesa della direttissima, è stato relegato agli arresti domiciliari.
Salvatore Seminara, 22 anni

Salvatore Seminara, 22 anni

  • Per l’intera mattinata di ieri 12 gennaio i carabinieri della Compagnia di Giarre, insieme con i militari del Battaglione “Sicilia”, hanno eseguito un controllo straordinario del territorio ottenendo i seguenti risultati:
  1. Denunciati un 57enne, un 48enne, un 28enne, un 27enne ed una 24enne, tutti residenti tra Riposto e Mascali, per sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro.
  2. Fermati ad un posto di controllo conducevano i rispettivi mezzi di trasporto già sottoposti a sequestro amministrativo. Denunciato un 21enne di Riposto perché conduceva la propria autovettura senza la patente di guida risultata mai conseguita.
  3. Denunciati due fratelli di 50 e 40 anni per porto di armi od oggetti atti ad offendere. I militari intervenuti per una lite in famiglia hanno rinvenuto e sequestrato, all’interno dell’abitazione, un bastone di legno ed una zappa utilizzati dai due uomini nella “disputa”.
  4. Denunciato un 36enne di Calatabiano per la violazione delle norme inerenti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza nonché segnalato alla Prefettura di Catania per uso personale di sostanze stupefacenti. Il sorvegliato, sottoposto a perquisizione domiciliare, è stato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana.
  5. Segnalato alla Prefettura di Catania un 26enne di Riposto. Perquisito è stato trovato in possesso di 2 grammi di “marijuana” detenuta per uso personale.
  6. Nel corso del servizio sono state inoltre controllate: 38 persone, 19 veicoli, eseguite 4 perquisizioni domiciliari e 3 personali nonché elevate contravvenzioni al codice della strada (omessa revisione, mancato uso delle cinture di sicurezza, circolazione senza documenti di guida/circolazione, patente scaduta) per un importo complessivo di 2.300 euro.
  • I carabinieri della Stazione di Belpasso hanno arrestato la 41enne Maria Crescimone, del posto, già sottoposta agli arresti domiciliari, in esecuzione di un ordine per la carcerazione emesso dalla Corte d’Appello di Messina. La donna è stata condannata dai giudici peloritani ad anni 3, mesi 11 e giorni 15 di reclusione per rapina e furto aggravati, reati commessi in sequenza nella provincia di Messina nel 2013. L’arrestata, assolte le formalità di rito, è stata associata al carcere di Catania Piazza Lanza.
Maria Crescimone, 41 anni

Maria Crescimone, 41 anni

  • I carabinieri della Stazione di Biancavilla  hanno arrestato il 44enne Salvatore Galvagno, del posto, in esecuzione di un mandato d’arresto europeo ai fini dell’estradizione emesso dall’Autorità Giudiziaria tedesca. L’uomo è stato riconosciuto colpevole di furto aggravato e lesioni personali, reati commessi a Norimberga (D) il 26 aprile del 2012, per i quali deve scontare la pena di anni 1 e giorni 26 di reclusione. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

 

Salvatore Galvagno, 44 anni

Salvatore Galvagno, 44 anni

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento