#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 12 novembre MATTINA

carabinieri-e-polizia
12 nov 2016 - 13:20

CATANIA - Ecco le operazioni più importanti condotte da carabinieri e polizia a Catania e provincia:

  • Ieri sera i Carabinieri di Catania Fontanarossa hanno effettuato una serie di controlli nel quartiere popolare di Librino. Nell’ambito dell’operazione, volta alla repressione dell’attività di spaccio, i militari hanno fermato due spacciatori in viale Grimaldi 10: il 23enne Daniele Rossello e il 21enne,  rispettivamente pusher e vedetta. I due giovani avevano 50 grammi di marijuana suddivisa in dosi, un grammo di cocaina e 120 euro in banconote di piccolo taglio, ritenute il provento dello spaccio. Le perquisizione è stata poi estesa alle cantine dell’immobile di Viale Grimaldi, luogo in cui i due pusher sono stati osservati mentre entravano. Proprio in quei locali, in un’intercapedine muraria ricavata all’interno di un garage, i militari hanno trovato e sequestrato: un fucile doppietta calibro  12 “Sabatti” con la matricola abrasa, un fucile sovrapposto calibro  12 “Zoli” con la matricola abrasa, una canna di fucile semiautomatico calibro 12  “Benelli” con la matricola abrasa, un fucile doppietta calibro 16 di costruzione artigianale, una pistola semiautomatica modificata calibro 8 “Bruni”, 6 kg di marijuana conservata in involucri termosaldati e pronta ad essere dosata e messa in commercio, per una valore di circa 80 mila euro. I due arrestati, in attesa del rito per direttissima, sono stati relegati agli arresti domiciliari. Le armi nei prossimi giorni saranno inviate al Ris di Messina  per gli opportuni esami tecnico-balistici che ne potrebbero stabilire l’eventuale utilizzo nelle azioni criminose;
    rossello-daniele armi-e-droga marijuana
  • Il personale dei carabinieri di Librino ha effettuato una serie di perquisizioni domiciliari riscontrando, durante una di queste, in via Barcellona, il furto di energia elettrica e allaccio alla rete elettrica pubblica messo in atto da una coppia di pregiudicati. La donna era già sottoposta agli arresti domiciliari. Melina Cocuzza42 anni, è stata ristretta ai domiciliari e Agostino Maloglioglio, 48 anni, è stato denunciato a piede libero. Nella stessa zona sono state denunciate 4 persone sempre per furto di energia elettrica e altre tre per violazione degli obblighi inerenti la detenzione domiciliare.
    malogioglio-agostino-classe-1968 cocuzza
  • I Carabinieri di Mascali hanno arrestato, in flagranza di reato, il 30enne  John Uche, nigeriano senza fissa dimora, per furto aggravato e resistenza a pubblico ufficiale. È stato il proprietario al rientro in casa ad accorgersi della presenza nell’abitazione di un ladro e ad avvertire immediatamente il 112. Sul posto è intervenuta una pattuglia di carabinieri, i quali irrompendo nell’appartamento ha trovato il malvivente che rovistava nei cassetti dei mobili. I militari, dopo una breve ma violenta colluttazione, sono riusciti a bloccare ed ammanettare il malvivente. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato ammesso al giudizio per direttissima dove è stata disposta la custodia cautelare nel carcere di Catania.

uche-john-nato-nigeria-il-28-11-1986

  • I Carabinieri di Catania Fontanarossa hanno arrestato il 31enne Giuseppe Prezzavento, di Belpasso, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Catania. Il 3 settembre scorso era finito in manette il belpassese Maurizio Costanzo, 31 anni, per coltivazione illecita di sostanze stupefacenti, In quel frangente gli uomini del Nucleo Operativo di Fontanarossa avevano sequestro di una mini piantagione, 20 piante per 15 Kg di peso in totale, coltivata in Contrada Santa Lucia. Il proseguo delle indagini ha evidenziato la complicità del Prezzavento. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato relegato ai domiciliari.

    giuseppe-prezzavento-30-11-85

  • I Carabinieri di Palagonia hanno arrestato il 33enne Giovanni Toro in esecuzione di un ordine per l’espiazione di pena detentiva emesso dal Tribunale di Caltagirone. L’uomo, ritenuto colpevole di violenza e minaccia ed oltraggio a un pubblico ufficiale, rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e reati commessi nel 2012 a Palagonia, è stato condannato a tre mesi di reclusione che sconterà in regime di detenzione domiciliare.

    toro-giovanni-nato-a-caltagirone-03-06-1983

  • Personale della Squadra Mobile ha arrestato Giuseppe Aurora, 28 anni, pregiudicato, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso due giorni fa dalla procura della Repubblica presso il tribunale ordinario di Catania, ufficio esecuzioni penali, dovendo scontare la pena di anni 4 di reclusione per il reato di rapina, e Yefryr Alberto Di Blasi, 22 anni, destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso ieri dalla Procura della Repubblica per i Minorenni di Catania, Ufficio Esecuzioni Penali, dovendo espiare la pena di 8 mesi di reclusione per il reato di furto.
    aurora-giuseppe

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA