#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 11 settembre MATTINA

stipendi-polizia-carabinieri
11 set 2017 - 13:27

CATANIA - Ecco le operazioni più importanti condotte da carabinieri e polizia a Catania e provincia:

  • Il personale del commissariato centrale ha arrestato Dario Costanzo, nato a Catania nel 1996, pluripregiudicato, in esecuzione del decreto di sospensione della misura della detenzione domiciliare disposto dal Magistrato di Sorveglianza a seguito delle violazioni commesse dal predetto durante la detenzione. Il provvedimento restrittivo trae origine dall’informativa di reato trasmessa dal commissariato centrale all’autorità giudiziaria competente poiché, durante un controllo avvenuto lo scorso 5 settembre, l’uomo è risultato essere assente da casa sua. Dario Costanzo è stato rinchiuso nell’IP.M. di Bicocca a disposizione della competente a.g.;
    Dario Costanzo, 21enne

    Dario Costanzo, 21enne

  • I carabinieri di Catania piazza Dante hanno arrestato Maria Maddalena Litteri, 57enne, catanese, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri sera, i militari, a conclusione di una veloce attività investigativa finalizzata a contrastare il fenomeno dello spaccio nel centro storico cittadino, hanno proceduto a una perquisizione nella casa della donna ritrovando e sequestrando, abilmente nascosti in un mobile della lavanderia: 12 involucri contenenti della marijuana, per un peso complessivo di 100 grammi, altri 4 involucri in buste di cellophane contenenti la stessa sostanza, per un peso complessivo di 400 grammi, 2 bilancini di precisione, vario materiale utilizzato per il confezionamento della droga e la somma in contanti di 170 euro ritenuta guadagno dell’attività di spaccio. Per l’arrestata sono stati disposti i domiciliari in attesa di essere giudicata con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria;
    droga NO Piazza dantei
  • I carabinieri della tenenza di Mascalucia hanno arrestato Salvatore Albini , 30enne, sorvegliato speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno nel comune di Catania. Sabato notte, i militari, durante un servizio di controllo del territorio, hanno sorpreso l’uomo in una via Alcide De Gasperi a Mascalucia, in palese violazione degli obblighi imposti dalla misura di prevenzione cui era sottoposto. L’arrestato è stato posto ai domiciliari in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria;
    Salvatore Albini, 30enne

    Salvatore Albini, 30enne

  • I carabinieri della compagnia di Gravina di Catania hanno eseguito un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare emessa dal tribunale di Catania nei confronti di Salvatore Gennaio, 29enne, del luogo. Il gip, su richiesta della procura locale, concordando in pieno con i risultati investigativi forniti dai Carabinieri ha ritenuto l’uomo responsabile di aver violato in più circostanze i domiciliari, nel periodo in cui era sottoposto. Il provvedimento è stato notificato all’uomo nel carcere di Piazza Lanza dove è rinchiuso per altri motivi;
  • I carabinieri di Paternò hanno arrestato Carmelo Asero, 30enne, paternese, già ai domiciliari, dando esecuzione a un’ordinanza di misura cautelare emessa dal tribunale di Catania, per evasione. Il provvedimento scaturisce dalle violazioni commesse dall’uomo e accertate dai Carabinieri. L’arrestato è stato sottoposto nuovamente ai domiciliari, come disposto dall’Autorità Giudiziaria;
    Carmelo Asero, 30enne

    Carmelo Asero, 30enne

  • Partendo dal dato che il numero di veicoli stranieri in Italia è in crescita, e considerata la possibile irregolare posizione di molti di essi, la sezione Polstrada di Catania, d’intesa con il compartimento superiore, ha predisposto una serie di servizi tendenti a individuare eventuali posizioni irregolari dei mezzi e possibili illegalità dei rispettivi conducenti. Nell’ambito di questa attività giorno 31 agosto, a San Giovanni la Punta, il personale della sezione Polstrada di Catania appositamente comandato ha proceduto a una serie di verifiche mirate. Tra tante è stata controllata una Mazda 6 con targa russa, guidata dal cittadino ucraino T. O., residente a Catania. Poiché ha mostrato documenti falsi, il personale operante ha accompagnato l’uomo in caserma. Qui, i successivi accertamenti effettuati presso le Banche Dati a disposizione della sala operativa del superiore compartimento, hanno consentito di accertare che il conducente era privo di titolo di guida valido, e che sull’auto, sprovvisto peraltro di assicurazione, fossero state applicate targhe russe nonostante risultasse regolarmente immatricolato in Italia. Alla luce di quanto sopra, il veicolo è stato sottoposto a fermo amministrativo, mentre l’uomo sarà deferito all’a.g. 

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA