#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 11 agosto MATTINA

Succede
11 ago 2016 - 12:36

CATANIA - Polizia: ecco i fatti di cronaca più importanti di questa mattina a Catania e provincia.

  • La sorpresa degli agenti è stata quella di ritrovare lo stesso pusher arrestato nello stesso luogo pochi giorni prima: si chiama Giordano Monaco, 30 anni, ovviamente con precedenti specifici, residente nel quartiere “Librino”. La scorsa volta, dopo l’arresto, il Monaco è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria. Ma la misura restrittiva, evidentemente, non ha sortito l’effetto sperato e ieri, intorno alle ore 19,20, nella zona di via Crociferi/Scalinata Alessi, personale dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, lo ha nuovamente pizzicato. Nel corso di un servizio mirato al contrasto dello spaccio di stupefacenti, una ragazza, probabilmente minorenne, è stata notata avvicinarsi a un giovane, al quale, dopo avere scambiato qualche parola, ha ceduto una banconota. Non c’è voluto molto per capire di cosa si era trattato: i due, infatti, si sono poi diretti in via Della Mecca, dove, accanto ad un albero, il pusher ha preso la dose da un involucro ivi nascosto; in quel momento è scattato l’intervento dei poliziotti che ha provocato l’immediata fuga della giovane. Il pusher, invece, è stato subito bloccato con in mano ancora la dose di marijuana che stava per cedere alla ragazza. Nelle immediate vicinanze, inoltre, è stato rinvenuto l’involucro contenente altra marijuana per un peso complessivo di circa 8 grammi. La giovane è stata bloccata in via Crociferi e trovata in possesso di una dose di marijuana. Monaco è stato posto agli arresti domiciliari.
Giordano Monaco, 30 anni

Giordano Monaco, 30 anni

  • Nell’ambito di controlli straordinari del territorio disposti dal Questore di Catania, nella mattinata di ieri 10 agosto, nel comprensorio del comune di Adrano sono stati messi in atto diversi posti di controllo fissi e mobili a opera del Commissariato di Polizia, con l’utilizzo di 3 pattuglie del commissariato di polizia di stato di Adrano, 3 del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, una pattuglia della Guardia di Finanza e una pattuglia dei Vigili Urbani, al fine di contrastare i reati contro il patrimonio, gli illeciti al codice della strada, i delitti in materia di armi e stupefacenti, nonché il fenomeno dell’abusivismo commerciale. Nel corso del servizio sono state identificate 79 persone, ispezionati 45 veicoli, accertate ed elevate alcune infrazioni al codice della strada, nonché ispezionati 5 esercizi commerciali ambulanti: uno di essi è risultato abusivo e, pertanto, sono state elevate le relative violazioni amministrative con il sequestro dei prodotti ortofrutticoli illegalmente venduti. Particolare attenzione è stata data al centro storico e al quartiere Monte Rosso con mirati posti di controllo e pattugliamenti.
  •  È stato denunciato all’A.G., invece, il rappresentante di licenza della discoteca le Piramidi in Viale Kennedy a Catania, responsabile di non aver osservato le prescrizioni impostegli dalla Commissione di Vigilanza sui Pubblici Spettacoli che lo avrebbe obbligato a precisi parametri di recinzione della piscina che si trova all’interno dello stabilimento in cui era in corso la serata.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA