#AnticrimineOggi

Succede a Catania e provincia: 10 ottobre MATTINA

carabinieri_e_polizia02
10 ott 2016 - 12:54

CATANIA – Carabinieri e Polizia: ecco le operazioni più importanti della mattina.

  •  Gli agenti delle volanti, nel corso del servizio di controllo del territorio, hanno arrestato un cittadino del Gambia, Jatta Abdoulie, trentatreenne senza fissa dimora, perché responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente. I fatti risalgono al pomeriggio di sabato scorso quando, nell’ambito di mirati controlli antidroga disposti dalla questura, i poliziotti hanno perlustrato la zona del centro storico cittadino. Intorno alle ore 16:30, passando per il quartiere di San Berillo Vecchio, in via Pistone, gli uomini di una pattuglia hanno notato la presenza di alcuni giovani di colore che parlavano tra loro: uno di essi stava consegnando un piccolo involucro di colore bianco a una persona di probabile nazionalità italiana. Alla vista della volante, i giovani si sono immediatamente allontanati e mentre uno dei fuggitivi si sbarazzava di quella che è risultata essere marijuana, poi recuperata dagli stessi agenti, il cittadino straniero che aveva ceduto la droga è stato bloccato e identificato. Alla perquisizione, l’uomo è risultato in possesso della somma in contanti di 40,00 euro in banconote di piccolo taglio, presumibilmente il provento della sua attività di spaccio, nonché di un involucro contenente marijuana per un peso complessivo di un grammo, tre “stecche” di hashish ed una di marijuana occultate nei calzini oltre a 22 pasticche di un farmaco antiepilettico, venduto in farmacia solo con prescrizione medica proprio per la sua pericolosità in caso di uso indiscriminato, che assunto con alcool o con altri tipi di stupefacenti può aumentare “lo sballo”, con gravissimi danni per la salute dei più giovani. Grave allarme, quindi, e grande attenzione da parte degli uomini della Polizia di Stato che nel corso delle ultime settimane hanno proceduto a ben tre arresti di pusher trovati in possesso di pasticche del citato farmaco. L’arrestato è in attesa della direttissima.jatta
  • Ancora controlli, questa volta ad opera dei poliziotti della volante del commissariato di San Cristoforo, effettuato nei confronti di un bar e dei suoi avventori. Si tratta del “Bar e Caffè” di via Belfiore, dove gli agenti hanno subito notato quello che ormai sta diventando un must tra i “furbetti” del risparmio energetico: un grosso magnete di forma cubica, infatti, era posizionato sopra il contatore dell’energia elettrica, allo scopo di falsarne la registrazione dei consumi . Come di prassi, è stato richiesto l’intervento di una squadra di tecnici dell’ENEL che con un’apposita apparecchiatura ha registrato l’effettiva manomissione del contatore, con uno scarto, rispetto al consumo reale, di ben oltre il 90% in meno. La titolare dell’attività è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per furto di energia elettrica.san-cristoforo-1 san-cristoforo
  • I Carabinieri della Stazione di Catania Librino hanno arrestato Christian Gangi, 19enne, per evasione. Il giovane, da alcuni giorni ai domiciliari per detenzione e spaccio di stupefacenti, stanotte è stato riconosciuto e bloccato da una pattuglia, durante un servizio di controllo del territorio, mentre si trovava a piedi via Verrazzano, senza alcun giustificato motivo, in palese violazione dei vincoli restrittivi cui era sottoposto. L’arrestato è stato trattenuto in un camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
    gangi-christian
  • I Carabinieri della Tenenza di Mascalucia hanno arrestato nella flagranza Salvatore Ottavio Caudullo, 37enne, del luogo, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Ieri pomeriggio, i Carabinieri, durante un servizio finalizzato a contrastare il fenomeno dello spaccio nel centro cittadino, hanno notato l’uomo in una via del centro cedere delle bustine a due occasionali “clienti” ricevendo in cambio un corrispettivo di denaro. Prontamente intervenuti i militari hanno bloccato il pusher trovandolo in possesso di 27 dosi di marijuana, pronte per lo spaccio, e la somma contante di 180 euro, ritenuta provento dell’attività illecita. Successivamente gli operanti hanno proceduto anche ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione del fermato rinvenendo ulteriori 500 grammi di marijuana e del materiale utilizzato per confezionare la droga. Gli acquirenti, due giovani del luogo, sono stati identificati e segnalati alla Prefettura. L’arrestato è stato trattenuto in una camera di sicurezza dell’Arma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.
    caudullo-salvatore-ottavio
  • Nella mattinata odierna a Biancavilla i Carabinieri della locale Stazione con l’ausilio dei colleghi del Nucleo Operativo di Paternò hanno eseguito due ordinanze di misura cautelare, emesse dalla Procura della Repubblica di Catania, nei confronti di un 28enne, già gravato da pregiudizi penali, ed un 25enne, entrambi di Biancavilla. Il primo è stato ritenuto responsabile di maltrattamenti, violenza sessuale, lesioni gravi, violazione di domicilio, danneggiamento e tentata rapina in concorso, mentre il secondo è indagato per tentata rapina e lesioni gravi. I provvedimenti restrittivi scaturiscono dall’attività investigativa avviata dai Carabinieri a seguito della denuncia sporta dall’ex moglie del 28enne. I militari hanno ricostruito l’intera vicenda che ha avuto inizio nel febbraio 2016: l’uomo non accettando la separazione di fatto dalla moglie, ha posto in essere costanti maltrattamenti consistiti in danneggiamenti, violazioni del domicilio, aggressioni fisiche e minacce di morte nei confronti della donna. Inoltre, lo stalker con la complicità del 25enne ha anche tentato una rapina in danno del nuovo compagno dell’ex, colpendolo con un tondino in ferro al capo e al gomito per sottrargli il telefono cellulare, azione criminosa fu non portata a termine perché l’uomo riuscì a fuggire. Successivamente, però, la vittima è stata più volte minacciata di morte dall’ex marito. Infine, i militari hanno accertato che in un’altra occasione il 28enne raggiunse la donna nella sede lavorativa e l’aggredì a colpi di catena, sferrandole pure un pugno in faccia. Gli arrestati sono stati, rispettivamente, il 28enne associato nel carcere di Piazza Lanza mentre il 25enne posto ai domiciliari.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA