Giustizia

La sua vita era un incubo, 22 anni in carcere ingiustamente: risarcimento di 6 milioni di euro

legge eguale per tutti
20 gen 2017 - 11:23

TRAPANI - La sua vita era diventata un incubo. Adesso, però, potrà viverla e cercare di fare  tutto ciò che in 22 anni gli è stato negato.

La sentenza definitiva del processo è stata attuata e il risarcimento può essere elargito. Si parla di 6,5 milioni di euro per Giuseppe Gulotta, vittima di un clamoroso errore giudiziario che lo condannò ingiustamente a 22 anni di carcere. Poi, la sentenza positiva il 13 febbraio 2012.

L’ex muratore alcamese, infatti, fu accusato di essere parte attiva nell’omicidio di due carabinieri nella caserma di Alcamo Marina, avvenuto il 26 gennaio del 1976. Rimasero uccisi Carmine Apuzzo e Salvatore Falcetta.

Oggi, Gulotta ha 59 anni e vive a Certaldo in Toscana.

Con questa cifra potrà rifarsi una vita e garantire il giusto tenore di vita anche a sua moglie e ai figli.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento