Aggressione

“Io la sua faccia non me la dimentico…”: minaccia medico del Vittorio Emanuele dopo essere stato dimesso

vittorio-emanuele-catania
29 mar 2017 - 08:34

CATANIA – “Io la sua faccia non me la dimentico”: ha minacciato così, un giovane paziente dell’ospedale Vittorio Emanuele di Catania, una dottoressa in servizio al pronto soccorso, subito dopo essere stato dimesso. 

La frase, dettata in un contesto ancora sconosciuto, è stata urlata davanti ad un agente della polizia “rimasto seduto su uno sgabello” mentre due vigilantes intervenivano

A denunciare l’accaduto è il legale della dottoressa in questione che specifica come quello della sua cliente sia soltanto “una segnalazione”.

L’avvocato Goffredo D’Antona ha inviato una lettera al Questore di Catania spiegando come “tutto sarebbe avvenuto davanti a un operatore di polizia il quale non interveniva, non procedeva nemmeno all’identificazione dell’autore della gravissima condotta intimidatoria, anzi sembrerebbe che per tutta la durata dell’aggressione rimaneva seduto su uno sgabello limitandosi ad affermare, dopo, che avrebbe potuto sporgere formale querela”.

“Desta in me – continua il legale -, come cittadino e anche come operatore del diritto, preoccupazione nel verificare comportamenti passivi, per dire omissivi, di chi ha il dovere di tutelare la collettività. Converrà – conclude l’avvocato D’Antona - che quanto accaduto è gravissimo perché un medico non ha potuto proseguire tranquillamente il proprio lavoro”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA