Iniziativa

Stress? No, grazie. All’aeroporto di Comiso arriva il mental coach per i dipendenti

Aeroporto di Comiso
16 set 2016 - 11:08

COMISO - Gestire lo stress in un contesto di forte tensione, come quello aeroportuale è qualcosa di necessario. Ad insegnare le tecniche per affrontare la problematica all’aeroporto di Comiso ci pensa Francesco Scimò, uno dei più importanti e riconosciuti esperti di programmazione neuro-linguistica e coaching in Italia.

Su richiesta della Soaco, Scimò ha avviato una serie di incontri formativi con i dipendenti. Da qualche settimana ha preso infatti inizio un corso rivolto al personale aeroportuale sulla capacità di costruire e mantenere un team in un contesto fortemente stressogeno come quello di un aeroporto.

Lo spirito di squadra, il clima che si crea nel gruppo, il supporto che ogni membro trae dall’altro, sono aspetti di grande sostegno all’interno di un percorso lavorativo in cui ogni soggetto ha grandi responsabilità. Il corso, che prevede un incontro a settimana e che durerà fino a dicembre, mira ad approfondire e rafforzare l’integrazione tra tutte le parti dell’intero meccanismo, in modo da ridurre i fattori di tensione e quindi garantire sempre la massima efficienza nei rapporti con gli altri e nello svolgimento del proprio lavoro.

Una comunicazione efficace, quindi, che azzera le incomprensioni, una sintonia reciproca che abbassa i livelli di stress, un supporto emotivo che inciderà positivamente sulla salute dei membri e, di conseguenza, sulla loro capacità di collaborazione e di gestione della tensione.

Partecipano al corso i responsabili di tutti i settori di lavoro: dal movimento alla sicurezza, all’area progettale a quella commerciale e così via. Entusiasti i partecipanti per quella che è una grande opportunità di crescita personale e professionale grazie alla pnl.

“Siamo consapevoli della delicatezza del lavoro che quotidianamente si svolge al Pio La Torre – hanno commentato Rosario Dibennardo ed Enzo Taverniti, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Soaco - ed è per questo, e soprattutto per la crescita che ci aspetta, che abbiamo deciso di attivare questo corso. Il benessere psico-fisico dei nostri dipendenti è al primo posto per garantire la massima efficienza di tutta l’infrastruttura”.

Un impegno condiviso quello avviato attraverso gli incontro di pnl e coaching.

Bisogna individuare le cose che facciamo bene per far leva su di esse - ha dal canto suo spiegato l’esperto Francesco Scimò – questo è il metodo dell’approccio che seguo nel mio lavoro. Perché il bello e il fatto bene diventino il ponte tra dove siamo oggi e ciò che possiamo e vogliamo raggiungere domani. Questo dà la carica e la giusta motivazione perché spiega alle persone cosa e dove cercare quando c’è da creare successo, insieme“.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA