Tragedia

Strada dissestata ed alta velocità: forse queste le cause della morte di Nando

nando-trovato
17 nov 2016 - 17:09

SANTA MARIA DELLE GRAZIE - Ancora lacrime, disperazione e tanta incredulità tra i tanti amici, parenti o semplici conoscenti del giovane Venerando Trovato, il ragazzo di 23 anni scomparso ieri sera a causa di un incidente con la moto a Santa Maria delle Grazie, frazione di Acireale.

Il ragazzo, conosciuto tra gli amici come “Nando Para Para”, ha perso la vita mentre collaudava una moto che era stata lasciata in riparazione nell’officina del padre dove il giovane lavorava.

“Siamo molto dispiaciuti – affermano gli agenti della Polizia Municipale di Acireale – per la tragica morte di questo ragazzo. C’è comunque da sottolineare il fatto che probabilmente stava andando ad una velocità elevata e ben oltre i limiti imposti dalla legge. Perlopiù era anche sprovvisto di casco, e questo ha certamente peggiorato la situazione”.

Sotto la lente d’ingrandimento adesso si trova la via Nazionale, luogo dell’incidente. Da tempo, infatti, c’erano già state molte segnalazioni a causa dell’asfalto dissestato nella zona e dell’assenza di illuminazione nelle ore notturne.

Proprio per questi motivi la via Nazionale dispone di numerosi cartelli stradali che segnalano il divieto di superare i 30 km/h anche a causa della vicinanza con una scuola elementare.

Magari Nando viaggiava ad una velocità elevata ma sicuramente le condizioni complessive della strada non hanno aiutato ad evitare la tragedia che da ieri sera ha sconvolto la vita di tutti coloro che lo conoscevano e gli erano vicini.

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA