Violenza

Stazione di Palermo: stupro tra i vagoni, arrestato un minorenne

La stazione Centrale
16 set 2015 - 12:38

PALERMO - Nel corso delle ultime 24 ore è stato denunciato alla “Polfer” di Palermo un inquietante caso di violenza sessuale. Le indagini, condotte dalla polizia, hanno portato all’arresto di un minorenne.

Lo stupro sarebbe stato consumato all’interno della stazione centrale; dentro un vagone abbandonato. A denunciare la molestia, con grande dignità e senso civico, è stata una donna palermitana di 44 anni. La poveretta, attirata con l’inganno all’interno della carrozza in disuso, ha fornito agli inquirenti l’esatta descrizione del suo aggressore: dopo aver perlustrato la stazione centrale di Palermo e le zone ad essa adiacenti, gli agenti hanno catturato lo stupratore della senza tetto.

Con loro grande sorpresa si sono travati davanti un minorenne (17 anni), subito riconosciuto dalla vittima dell’aggressione sessuale. Il giovane, arrestato a distanza di qualche ora vicino Piazza Giulio Cesare, conservava in casa gli abiti sporchi che indossava al momento dello stupro. Adesso il ragazzo, di cui si ignora l’identità, è stato denunciato a piede libero

La “Polfer” poi è stata chiamata anche ad intervenire nel caso di un pluripregiudicato afghano senza fissa dimora che, barricatosi senza biglietto sul vagone di un treno diretto a Roma, pretendeva di continuare il suo viaggio anche senza aver acquistato il ticket. Zafir Hasif, questo è il nome dell’uomo, è stato arrestato dopo aver resistito ai due poliziotti incaricati del fermo. Entrambi gli agenti, presi a calci e pugni, hanno riportato traumi guaribili in tre giorni. Il senza tetto è stato accusato di resistenza, violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali.

Commenti

commenti

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento