Denuncia

Sporcizia, degrado e inciviltà: quel che resta del boschetto della Playa di Catania

Boschetto della Playa
5 nov 2016 - 06:27

CATANIA - Ventotto ettari di verde in cui tutti i catanesi, almeno una volta nella vita, hanno passato alcune ore. Magari in compagnia di amici, tra una birra e un arrusti e mangia. O magari una semplice passeggiata domenicale. 

A distanza di anni resta, nonostante le condizioni in cui verte, uno dei posti più belli di Catania e che, possiamo dirlo, ha fatto la storia e continua a farla. 

Tante le parole gettate al vento per spiegare la situazione di degrado del boschetto della Playa di Catania. Sporcizia in ogni dove, cani randagi che rincorrono i bambini, inciviltà e tanto altro. 

Numerose le segnalazioni che giungono alla nostra redazione e le lamentele via web che molti utenti espongono: l’ultima è giunta da parte di una donna. 

“Ieri mattina io e mio marito abbiamo pensato di fare una passeggiata in bici fino al boschetto della playa. Arrivati lì volevamo riposare un po’, ma non è stato possibile sederci sulle panche”.

14681666_588141794725692_1676065795581997320_n

La foto mostra non solo una panca distrutta ma anche il terreno sottostante completamente maltrattato.

“Il boschetto versa in un totale abbandono da parte delle istituzioni. Strade non spazzate da mesi (gli aghi dei pini ormai formano un manto) col rischio che frenando si possa scivolare, grossi rami spezzati e lasciati sul terreno da tempo, zanzare a bizzeffe etc”.

Ma non è finita qui: a farla da padrone è l’acqua (di un colore indefinito) del laghetto artificiale del boschetto.  

maxresdefault

Ci si chiede, dunque, se in una città come Catania, in cui il turismo resta uno dei tasselli più importanti della nostra economia, sia corretto lasciare in queste condizioni uno dei luoghi simbolo della città etnea. 

Che fine ha fatto il boschetto della Playa? Se lo chiedono in molti. 

Rossana Nicolosi



© RIPRODUZIONE RISERVATA