Criminalità

Specialisti in furti in appartamento: in manette componenti di una banda palermitana

11 ago 2015 - 11:46

PALERMO – Erano specializzati in furti in appartamento i tre pregiudicati arrestati dalla Polizia di Stato di Palermo. Sono  Gaetano LA VATTIATA 40 anni, Francesco Paolo GRANO di 55anni ed Andrea MAZZARA 43 anni, tutti del quartiere Zisa, responsabili del reato di tentato furto in concorso.

Il piano per svaligiare l’appartamento in Piazza Turba era stato progettato con cura nei dettagli da mesi: dopo aver rubato un mazzo di chiavi da una macchina in sosta avevano aspettato l’estate e la partenza dei proprietari per entrare in azione. Non sospettavano certamente che i proprietari dell’auto avevano percepito qualcosa dopo che, a poche settimane dallo strano furto delle chiavi, una Fiat Dobloò si era accostata alla loro macchina in sosta per ricollocare le stesse. Da qui la decisione di marito e moglie di cambiare la serratura di casa per cautela e per evitare sgradite sorprese.

La banda, invece, pensando di avere pianificato tutto nei minimi dettagli, sabato pomeriggio, ha deciso di entrare in azione: mentre uno dei malviventi ha citofonato con una scusa per farsi aprire il portone, il complice, che era già all’interno dello stabile per verificare che non vi fossero i proprietari, cercava di individuare la giusta abitazione da derubare. 

Ma la donna, che ha subito scorto i malviventi e riconosciuto dalla finestra il Fiat Dobloò utilizzato dai malfattori nel passato, si è insospettita, decidendo così di allertare la Polizia. Non ha risposto al citofono ed ha continuato a tenere d’occhio i due sospettati dallo spioncino posto dietro la porta d’ingresso, per monitorare le mosse dei criminali.

I due malintenzionati sono riusciti ad armeggiare solo per pochi istanti sulla serratura d’ingresso,  in quanto messi immediatamente in fuga dal suono delle sirene delle “Volanti”.

Da qui la rocambolesca fuga: uno è stato catturato immediatamente, l’altro invece ha trovato la Polizia ad aspettarlo sotto casa per portarlo in Questura; il “palo” che aspettava nel furgone è stato fermato ancora in auto.

La Polizia di Stato raccomanda ai cittadini delle semplici ma fondamentali regole per la proprio sicurezza:

 - non lasciare mai in auto, chiavi di casa e qualsiasi documento che possa consentire di risalire all’abitazione del proprietario del veicolo, per non dare la possibilità ai malintenzionati di mettere a segno il doppio colpo e, quindi oltre al danno (per il furto sull’autovettura), la beffa di una successiva “visita” nel proprio appartamento;

- nel caso in cui si smarriscano e/o si subisca il furto di chiavi di casa, cambiare subito la serratura;

- nel caso di rumori sospetti o di persone sospette che si aggirano in strada e/o dentro il condominio, chiamare subito il ‘113’.

Commenti

commenti

Viviana Mannoia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento