Carabinieri

Spaccio e furto: arrestati dieci extracomunitari a Ribera

Spaccio e furto: arrestati dieci extracomunitari in provincia di Agrigento
23 dic 2016 - 17:32

RIBERA –  Continua l’attività di controllo del territorio da parte dei militari della Compagnia Carabinieri di Sciacca, che con l’approssimarsi delle festività natalizie hanno intensificato l’attività ispettiva soprattutto nei centri di Sciacca e Ribera.

Nei scorsi giorni i carabinieri di Ribera hanno tratto in arresto per furto di energia elettrica ben 8 extracomunitari di nazionalità tunisina, marocchina e siriana. Gli otto, la maggior parte dei quali con precedenti, risiedevano abusivamente nella cittadina crispina, in abitazioni dichiarate inagibili in via Tevere. 

Nell’ambito degli stessi controlli del territorio, la tenenza di Ribera ed un’unità dei Carabinieri cinofili di Palermo, hanno effettuato altri due arresti nei confronti di altrettanti extracomunitari per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nello specifico i militari, dopo aver chiuso la zona, al fine di impedire la fuga degli “occupanti”, hanno proceduto al controllo, ed ai successivi arresti dei predetti.

Khalil Arfa venticinquenne di origine tunisina con precedenti di polizia e Chawki Arouch ventiseienne di origine siriana, sono stati trovati in possesso di quasi 50 gr. di hashish, già divisi in 29 dosi, un bilancino di precisione elettronico ed un taglierino ed altro materiale necessario per la divisione e lo spaccio della sostanza.

Il tutto avrebbe fruttato circa 300 euro nel mercato locale. Il materiale e la sostanza stupefacente sono stati posti sotto sequestro dai militari della tenenza.

Nelle fasi del controllo i due giovani extracomunitari avrebbero tentato inutilmente di fuggire e di disfarsi della sostanza. I carabinieri, dopo averli inseguiti a lungo, li hanno infine bloccati all’ultimo piano di un’abitazione in via Tevere, mentre tentavano di nascondersi. La sostanza stupefacente è stata ritrovata, grazie al fiuto di un cane, nascosta sotto una mattonella.

I due sono stati accompagnati negli uffici della Compagnia di Sciacca, dove, dopo gli adempimenti di rito sono stati messi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Le attività di controllo, spiega il comando della Compagnia, saranno ulteriormente intensificate, soprattutto nel periodo delle imminenti festività natalizie e riguarderanno anche la sicurezza della circolazione stradale, la commercializzazione di prodotti pirotecnici illegali ed il controllo nelle zone più affollate.

Comments

comments

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento