Folklore

SOS Ballarò invita gli artisti ad adottare i commercianti, così vuole salvare il suo mercato storico

storico iniziative fiera
2 dic 2015 - 12:30

PALERMO - Una singolare iniziativa solidale riguarderà domenica 6 dicembre il mercato storico di Ballarò: vari artisti locali, dietro richiesta di SOS Ballarò, adotteranno” infatti una bancarella, un locale, una porzione della fiera o addirittura un mercante al fine di sensibilizzare i concittadini sui temi della tutela e della salvaguardia delle tradizioni di Palermo.

Il mercato storico di Ballarò infatti, oltre ad essere uno dei più importanti di tutta la città, è antichissimo e, tra una bancarella e l’altra, il tempo sembra essersi fermato. Tutelare questo pezzo di storia civica è fondamentale sia per il turismo che per l’economia di Palermo; ecco perché gli abitanti di Ballarò, le associazioni e gli enti culturali hanno subito aderito con entusiasmo all’iniziativa. Ciascun artista, dopo aver “adottato” una parte del mercato storico, potrà decidere di svolgere delle piccole mostre estemporanee, esibirsi in esecuzioni musicali, drammatiche, danzanti o canore, dar vita a flashmob o ad installazioni temporanee, ecc.

Per poter partecipare attivamente all’iniziativa però gli artisti che aderiranno all’appello di SOS Ballarò dovranno preventivamente segnalare la loro disponibilità e il luogo o il mercante che intendono “adottare” all’indirizzo mail info@sosballaro.it. A fine mattinata artisti, mercanti e chiunque lo desideri, potranno prendere parte alla “mangiata” organizzata sin da adesso in Piazza Mediterraneo; il banchetto verrà offerto dalla comunità “Le domeniche di festa a Ballarò” . Scopo di questi pranzi popolari, organizzati ogni domenica del mese di dicembre, è quello di favorire la coesione all’interno del quartiere e di agevolare quindi il rilancio di Ballarò.

Gli organizzatori del banchetto sfileranno per il mercato storico del quartiere palermitano chiedendo un obolo in cambio di un’invito a pranzo: ciascun commerciante quindi, consegnando una mela, una patata, ecc., riceverà in cambio un ticket d’ingresso. L’iniziativa solidale verrà replicata anche il 13 ed il 20 dicembre. Il programma sarà man mano aggiornato anche sulla relativa pagina Facebookwww.facebook.com/events/1677129009192875.

Valentina Idonea



© RIPRODUZIONE RISERVATA