Solidarietà

Società romana dona al Bambin Gesù di Taormina apparecchiature per i piccoli cardiopatici

osp 1
4 set 2015 - 16:02

TAORMINA - Una sonda transfontanellare e alcuni saturimetri per i piccoli pazienti del Centro Cardiologico Pediatrico Mediterraneo-Bambino Gesù di Taormina sono stati donati da una grossa società di consulenza romana che opera a livello internazionale nel settore dell’energia e del gas, la “Key to Energy”, attraverso l’Associazione Bambino Gesù Onlus. La sonda, collegata ad un ecografo, consentirà un monitoraggio eco encefalico ed addominale attento e continuo nei pazienti pediatrici affetti da cardiopatia congenita, ricoverati al CCPM. Si tratta di bambini che possono andare incontro ad emorragie cerebrali che a volte complicano in modo drammatico la già grave condizione cardiaca. Normalmente tutti i pazienti con diagnosi di cardiopatia congenita devono eseguire alla nascita un’ecografia all’encefalo per ricercare eventuali fenomeni emorragici e/o ischemici correlati alla nascita o alle ultime fasi della gestazione e la cui presenza potrebbe controindicare l’intervento chirurgico. I saturimetri offerti dalla Key To Energy permetteranno poi di monitorare la quota di ossigeno nel sangue dei pazienti.

Oltre a tali strumentazioni, la società romana ha donato anche i kit di benvenuto che vengono consegnati ai bimbi al momento del ricovero, differenti a seconda delle loro fasce d’età. All’interno ci sono libri da disegno con giochi, cruciverba, puzzle, immagini da colorare e set di matite e colori pastello. I kit sono importanti per migliorare la qualità della permanenza dei bambini nel reparto di degenza del CCPM, poiché consentono ai piccoli pazienti di trascorrere con maggiore spensieratezza il tempo a disposizione, colorando e disegnando.

Si è trattato di un grande gesto di solidarietà e affetto che il Centro Cardiologico Pediatrico Mediterraneo di Taormina ha apprezzato in modo particolare, in un momento non proprio favorevole per i bilanci di molte aziende. In segno di ringraziamento verso la “Key To Energy”, il CCPM ha così affisso una targa con il logo della società romana nel corridoio d’ingresso ai reparti.

osp 2

 

L’insegna è stata svelata con una breve cerimonia dal direttore del CCPM dott. Fiore Iorio e dal CEO (Chief Executive Officer) della società ing. Orazio Privitera, alla presenza del personale del Centro con in testa i primari dott. Sasha Agati, Paolo Guccione ed Enrico Iannace, i rappresentanti delle associazioni di volontariato che sostengono con la loro azione quotidiana il CCPM, in particolare la Demos di Fiumefreddo e l’Age di Giardini Naxos, e il cappellano dell’ospedale San Vincenzo, don Francesco Venuti, che poco prima aveva presieduto una breve riflessione sul “Buon Samaritano” nella cappella del nosocomio.

Subito dopo la cerimonia, i vertici del Centro hanno accompagnato l’ing. Privitera a fare un giro della struttura per conoscere le apparecchiature utilizzate nei vari reparti del CCPM. “La ‘Key To Energy’ opera in un settore che richiede una continua innovazione tecnologica ha detto l’ing. Privitera - oggi sono felice di aver constatato l’ottimo livello di innovazione del CCPM che in questo caso è al servizio della cura dei bambini. Riteniamo quindi che quello che abbiamo instaurato con il Centro taorminese sia un bellissimo rapporto che ci impegneremo a proseguire anche in futuro”.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento