Carabinieri

Siracusa, Rom coinvolti in maxi rissa. Arresti e feriti

1280px-Carabinieri_Forester
23 ago 2015 - 16:32

SIRACUSA - Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio particolarmente intensificati dalla Compagnia Carabinieri di Siracusa durante il fine settimana per la prevenzione dei reati in genere, con particolare riguardo a quelli connessi con il divertimento notturno ed il consumo di alcol o sostanze stupefacenti, i militari dell’Arma hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di rissa aggravata, quattro soggetti attualmente domiciliati nel campo nomadi di contrada Pantanelli: il macedone Demiri Enver, 27 anni, incensurato, lo slavo Bejzaku Milaim, 49 anni, gravato da precedenti di polizia, e gli italiani Behluli Muhamed, catanese di 29 anni, pregiudicato, e Jacop Armando, nato a Foggia, 18 anni, incensurato.

I quattro, nella decorsa nottata, unitamente ad altre persone datesi alla fuga all’arrivo dei carabinieri ed in corso di identificazione, in via della contrada Pantanelli, arrecando anche disagi alla circolazione stradale, hanno iniziato una maxi rissa per futili motivi, colpendosi con calci e pugni e brandendo anche colli di bottiglia rotti. L’arrivo della pattuglia dei carabinieri, in sinergia con un equipaggio delle Volanti della questura di Siracusa intervenuto per dare ausilio, ha consentito di sedare la rissa, evitando che degenerasse in ulteriori e più gravi conseguenze, ripristinare il regolare flusso della circolazione stradale e bloccare quattro degli almeno dieci partecipanti.

Accompagnati nella sede del Comando Provinciale, i quattro uomini sono stati fatti refertare poiché lamentavano dolori vari. Per tre di loro i sanitari hanno formulato prognosi dai tre agli otto giorni di guarigione per i traumi riportati, illeso il quarto soggetto. Al termine delle formalità di rito, i quattro arrestati sono stati associati nella casa circondariale “Cavadonna” di Siracusa, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Commenti

commenti

Redazione NewSicilia



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un Commento